Zola incita Gabbiadini : “deve sentire la fiducia dell’ambiente , il Napoli non deve arrendersi, deve rialzarsi dopo questa caduta e tornare a vincere.”

Zola incita Gabbiadini

Zola incita Gabbiadini, non deve mollare, se mi somiglia un po non vedrà l’ora di tornare in campo, il Napoli deve tornare a vincere già mercoledì in Champions

Zola  ieri ospite del calcio Napoli al San Paolo ha assistito fino all’ultimo secondo alla gara tra il Napoli e la Roma, incitando la sua ex squadra come un tifoso sfegatato, l’ex fantasista ha rilasciato alcune dichiarazioni la quotidiano il Mattino:

«Un peccato sentire tutti quei fischi per Gabbiadini, non li merita. Se è come me, non vedrà l’ora di tornare in campo, Io dopo una sconfitta avrei voluto tornare in campo già il giorno dopo. Credo che anche il Napoli e Gabbiadini non vedano l’ora».

Senza Milik è un altro Napoli?

«Qualcosa cambia quando viene meno un giocatore così importante,la punta intorno a cui ruota il gioco. È evidente che contro una difesa fisica come quella della Roma si possono avere dei problemi senza avere un certo tipo di attaccante».

Meglio con Mertens?

«I piccoletti mi sono piaciuti molto,forse perché ricordano un po’ me (ride, ndr ) ma questa non era la gara giusta, perché c’era la necessità di avere attaccanti di peso in areadi rigore.Cosa che il Napoli non aveva».

Come si recupera Gabbiadini?

«Io non so se c’è un problema Gabbiadini, ma se un attaccante vive un momento opaco,il rimedio è quello di sentire addosso la fiducia di tutti. Poi prima o poi il gol arriva e la situazione si sblocca».

Roma migliore del Napoli?

«Poteva anche pareggiare il Napoli, il 3-1finale è un inganno, non c’è stato questo divario tra gli azzurri e la Roma. Ma è evidente che per recuperare, si sono dovuti esporre molto»

È una brutta frenata nella corsa scudetto?

«Non direi. Siamo a ottobre, non conosco campionati che si vincono o si perdono in autunno. Anzi, questo è un ko che può aiutare il Napoli a capire dove lavorare di più, il Napoli non deve arrendersi, deve rialzarsi dopo questa caduta e tornare a vincere. Magari già mercoledì in Champions».