Zeman precisa: “Io dormivo con la maglia della Juventus, ma quelle persone erano il male…”

    Zdenek Zeman ha portato la sua utopia calcistica a Cagliari
    “La juve e’ il Male”

    Zdenek Zeman torna a Roma da allenatore del Cagliari: “Per me gli avversari sono tutti uguali e voglio sempre vincere”.

    Poi ‘evoca’ i vari Moggi e Giraudo… “Hanno fatto il male”.

    Tira già una brutta aria per Zdenek Zeman in quel di Cagliari, dopo la sconfitta casalinga degli isolani al cospetto di un’Atalanta che non ha certo nel suo DNA la vocazione corsara. Un solo punto nelle prime due partite per i rossoblù, e le solite voci che già si levano sul conto del boemo: “E’ sempre lui, soliti difetti tattici…“.

    Ora per Zeman e il Cagliari di capitan Daniele Conti c’è un suggestivo incrocio dei sentimenti, visto che andranno a fare visita alla lanciatissima Roma di Rudi Garcia. E proprio un Roma-Cagliari costò la panchina giallorossa al boemo un anno e mezzo fa.

    Una partita nata male, con tanti errori – ricorda l’uomo di Praga ai microfoni di ‘Videolina’ – abbiamo tentato di rimediare ma poi il nostro portiere si è fatto goal da solo. Diciamo che l’ambiente era pronto all’esonero…“.

    A Roma vivo da 20 anni, ho tanti amici romanisti e laziali, ma per me gli avversari sono tutti uguali e voglio sempre vincere“, continua Zeman, che poi ci tiene a fare una precisazione sulla sua presunta ostilità verso la Juventus, dai tempi della ‘farmacia’ di Agricola in poi.

    Io non ce l’ho con la Juve, anche perché sono nato juventino, da piccolo dormivo con la maglia della Juve. Io ce l’ho con chi ha fatto del male al calcio e quelle persone lavoravano per la Juve…“, è il macigno scagliato da Zeman in direzione Torino.

    Ai vari Moggi e Giraudo fischieranno le orecchie…

     

    Goalitalia