“Voglio giocare”: le occasioni di gennaio di questo calciomercato!

    Molti sono approdati, in estate, per la prima volta in una grande squadra, nella speranza di giocarsi le proprie chance. Altri, invece, calcano i palcoscenici più importanti del calcio già da tempo. In comune hanno solo una cosa: complici le brutte prestazioni, gli infortuni o la concorrenza spietata, giocano poco. Stiamo parlando di alcuni dei nomi che negli anni passati hanno infiammato il mercato delle grandi d’Europa e che oggi, invece, sono pronti a fare le valigie.

    LIGA – In Spagna, i nomi meno presenti sui tabellini e più menzionati dagli esperti di mercato sono quelli di Sami Khedira e Asier Illarramendi. I due giocatori del Real Madrid faticano a trovare spazio tra gli undici di Ancelotti e sono pronti a lasciare la Spagna. Per entrambi si è vociferato, nelle settimane passate, di un interessamento da parte del Milan, ma il costo del cartellino è proibitivo e l’ingaggio è fuori portata anche per un eventuale prestito. Ecco così che il tedesco, in scadenza di contratto, si è avvicinato negli ultimi giorni ad Arsenal e Chelsea, due tra le poche squadre in Europa a potersi permettere il suo ingaggio (cinque milioni netti). Illarramendi, invece, acquistato appena un anno fa dalla Real Sociedad, ha un contratto in scadenza nel 2019, ma i 194 minuti che gli sono stati concessi in Liga sono troppo pochi, così lo spagnolo e il suo agente stanno valutando le offerte provenienti dalla Bundesliga. Su di lui c’è il Wolfsburg.

    PREMIER – In Premier League la storia non è diversa. A Londra, sponda Chelsea, i nomi più importanti che hanno trovato meno spazio e che quindi sono dati in partenza sono quelli di Mohamed Salah e Obi Mikel. L’egiziano, alla corte di Mourinho, non ha trovato lo spazio che si aspettava e già a gennaio potrebbe fare le valigie. Il giocatore, classe ’92, ha un contratto in scadenza nel 2019, e un costo (circa 13 milioni) destinato a scendere qualora le apparizioni non dovessero aumentare. Da qualche giorno l’esterno egiziano è stato accostato all’Inter, che però, con l’arrivo di Mancini in panchina, sembra più intenzionata a investire su un esterno capace di creare gioco negli ultimi metri. Un profilo diverso da quello di Salah, che si è dimostrato comunque un buon contropiedista. Obi Mikel, in passato in lizza per una maglia da mediano nell’inter di Mazzarri, non è più giovanissimo (27 anni) e il suo contratto, in scadenza tra due stagioni, è troppo oneroso per riuscire a portarlo in Italia. Per questo motivo potrebbe restare al Chelsea, dove Mourinho in fase di tournover non gli ha mai negato qualche possibilità. Dall’altra parte del Tamigi, sponda Arsenal, i nomi invece sono molto più appetibili.

    Lukas Podolski è in cerca di continuità per conservare una maglia da titolare in nazionale. Le parole del ct Low, che nei giorni scorsi ha consigliato all’attaccante di lasciare i Gunners per trovare maggior spazio altrove, sembrano aver aperto le porte del mercato al tedesco. In Italia Inter e Fiorentina si sono subito informate sul giocatore, preparando offerte low cost per portarlo a casa, complice il contratto in scadenza. L’altro nome caldo in casa Arsenal è quello di Joel Campbell, punta costaricense che si è messa in mostra nell’ultimo mondiale in Brasile, ma che fatica a trovare spazio negli undici di Arsene Wenger. La sua duttilità nel reparto offensivo lo rende una buona occasione, soprattutto visto che l’Arsenal sembra disposta a cederlo in prestito per garantirgli continuità. L’attaccante, classe ’92, è nel mirino dell’Inter, che sta studiando da tempo la formula giusta per portarlo a Milano. Più a nord, a Liverpool per la precisione, terra di grandi campioni, i nomi degli esclusi sono importanti in orbita Serie A. In primis Fabio Borini. L’attaccante italiano, complice la concorrenza spietata, ha collezionato solo 4 presenze con i Reds, convincendo la dirigenza a lasciarlo partire. L’Inter ha individuato in lui, da qualche tempo, la soluzione ideale per completare il reparto offensivo, ma solo qualora il Liverpool concedesse alla punta di tornare in Italia in prestito. Altro giocatore in uscita da Anfield è Jesus Fernandez Saez, meglio conosciuto come Suso, ala destra classe ’93 in scadenza di contratto. Il giocatore è molto vicino al Milan.

    L’ultimo nome caldo è quello di Lucas Leiva, mediano dei Reds in scadenza nel 2017, che non trova spazio nella formazione di Rodgers e che così potrebbe raggiungere a Napoli Rafa benitez, l’allenatore che lo lanciò anni fa nel calcio che conta. Al Manchester City, invece, i nomi in uscita sono quelli dei due ex viola Nastasic e Jovetic. Il primo è scivolato nelle gerarchie difensive di Pellegrini dopo l’errore in Community Shield contro l’Arsenal, il secondo, invece, dopo un avvio brillante con cinque reti nella Guinness Cup della scorsa estate, si è perso dietro alle buone prestazioni di Aguero e Dzeko. L’attaccante montenegrino, classe ’89 e un contratto in scadenza nel 2018, è destinato a partire per trovare spazio. Su di lui c’è la Juventus che, forte dei buoni rapporti con la società, potrebbe portarlo a casa replicando l’affare Tevez.

    BUNDESLIGA – In Germania, il nome che tiene banco è quello di Xherdan Shaqiri, ala svizzera di 23 anni. Il giocatore, 8 presenze impreziosite da un gol e un assist in questa stagione, sembra destinato a lasciare il Bayern Monaco per trovare continuità. La finestra di mercato di gennaio potrebbe essere l’occasione giusta. La Juventus monitora la situazione.
     

    fonte:calciomercato.com