VISTI DA TWITTER – Il pessimismo dei tifosi si trasforma in moderata soddisfazione: “Bene i tre punti, ora un gioco al top”

    Apre le porte twitter, ed è subito invasione azzurra. Gioca il Napoli, in quel di Sassuolo.

     

    Apre le danze Massimo Colucci: “Ormai è palese che è sta alla frutta Benitez, si crede che mettendo tutti difensori e mediani risolve la situazione”. L’umore non è dei più positivi, Sebastiano Petillo prova, per quanto possibile, a smorzare i toni: “Vogliamo 11 Massimo Ranieri in campo!”. Fabio de Caro, invece, riprende la parodia di Gomorra: “Vi prego non ci fate intossicare e’ da troppo tempo ca nun stamm chiu senza pensier !!! Forza ragazzi”.

     

    Ma il Napoli stavolta parte lancia in resta e segna dopo venti minuti con Callejon: “Bravo Calleti, oltre all’acconciature tieni pure i piedi di Luisito Suarez. Il paragone proposto da Fabio D’Alessio è pesante, almeno dal punto di vista tecnico. Mirco Mattera la vede così: “Io giocherei con nove difensori e due attaccanti, tanto quei due possono buttarla sempre dentro”. Primo tempo finito e giù commenti: “Ma l’arbitro ha fischiato tre volte, è finita”. Rosanna Calone prova ad anticipare i tempi ma la partita è ancora tutta da giocare: “Il ragù pappulea, il Napoli vince e Higuain fa il fenomeno, che domenica”.

     

    Iniziano i secondi quarantacinque minuti di gioco e Massimo Ranno fa i debiti scongiuri: “Per la legge dei grandi numeri non dovremmo prendere gol, oramai ci stiamo abituando alle statistiche, speriamo che ora funzionino”. Il Napoli soffre e Luca Tarantino non condivide la sostituzione di Gonzalo Higuain: “Ma arò và Duvà, cosa combini Rafa. Si soffre, fino alla fine. Così Alessandro Morra: “Mo pure Pavoletti caccia la scienza contro di noi, teniamo duro”. I padroni di casa spingono, Peluso centra la traversa: “E’ l’unico modo per far segnare Zuniga ma anche stavolta è riuscito a non essere preciso”. Emanuele Colonna critica il colombiano, reo di una sfortunata deviazione.

     

    Ultimi minuti, Insigne vola in contropiede ma non riesce a concludere verso la porta, scatenando l’ira di Giuseppe Bellinfante: “E nun ce stev manc a nebbia”. Aumenta il carico Filippo Ciano: “Nunsigne, nun ce sta niente a fa”. Finisce, il Napoli porta a casa i tre punti, nonostante una prestazione non brillante, come sottolineato da Antonello Perillo: “Servivano i tre punti e sono arrivati grazie a grinta, cuore e concentrazione. Ora aspettiamo gioco arioso e brillante da top club”. La chiosa è di Giuseppe Egidio: San Gennaro a mis a man soia sulla traversa, si aspettavem a Rafael…”

     

    Il Roma