Vincenzo Esposito, zio di Ciro: “Stiamo combattendo per un tifo pulito!”

    A commentare il divieto di trasferta per i tifosi della Roma è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss, Vincenzo Esposito, zio di Ciro Esposito:

    “Dal giorno in cui Ciro è stato ferito portiamo avanti una battaglia per il tifo pulito, però c’è necessità che qualcuno faccia anche passi verso di noi, dal nostro punto di vista abbiamo fatto tutto quello che potevamo per riappacificarci con il tifo romano; escluso Totti, De Sanctis e De Rossi, la società giallorossa non ha mai fatto le condoglianze ufficiali alla nostra famiglia, mentre gli ultras romanisti continuano ad essere equidistanti tra mio nipote Ciro e il signor De Santis. Ho anche io un sogno: vorrei che tutti difendessimo i nostri territori senza offendere quelli degli altri; noi, come famiglia Esposito, siamo disponibili a perdonare, ma ci vuole anche la contropartita dall’altro lato, cioè chi dal lato opposto voglia fare la pace con noi”.