Video: Uova (e fuochi d’artificio) sui leghisti napoletani di Salvini. e c’è anche l’ex sindaco di Caivano

 Maschio, area centrodestra, deluso dalla politica tradizionale.

Ecco l’identikit del leghista made in Sud del neo movimento extrapadano di Matteo Salvini.

Sala affollata ieri in un hotel per l’esordio napoletano di «Noi con Salvini». Fuori una rabbiosa contestazione durata lunghi minuti, uova e petardi lanciati anche contro gli agenti in tenuta antisommossa.
Davanti all’hotel Ramada si sono radunati un centinaio di contestatori che esponevano uno striscione con scritto:  «Odio la Lega» e «La disoccupazione non è colpa dell’immigrazione, ma del padrone», “Voi con Salvini, noi con Partenope. Napoli Antifascista”
 I manifestanti hanno anche intonato cori contro la Lega: “Ma ora i napoletani non puzzano più?”.
 
Dentro, nella sala, volti poco noti, fatta eccezione per Gianluca Cantalamessa, circa duemila preferenze raccolte invano nella lista del Pdl alle ultime comunali, il padre Antonio, vecchia guardia della destra napoletana, Pippo Capaccioli, l’ex sindaco di Caivano, detto Bin Laden per via della barba lunga e grigia, Vincenzo Pepe, presidente di Federambiente.
All’interno il senatore Volpi, interrogato sulle frasi dei leghisti contro i napoletani, risponde: “Abbiamo chiesto già scusa”.
Ecco il video