Venerdì 7 novembre mobilitazione nazionale contro il decreto “sblocca Italia”

Venerdì tutti in piazza a Bagnoli contro il Jobs Act, contro la controriforma Giannini della “buona scuola” e contro il decreto “sblocca Italia” che riguarda da vicino ognuno di noi.

Di: Valerio Intermoia

Non partecipare a questa giornata di lotta significa dare il proprio tacito consenso alla definitiva condanna a una Bagnoli commissariata, ai lavoratori che vedranno i loro diritti svanire sempre di più e agli studenti la cui scuola pubblica da anni sta intraprendendo la strada della privatizzazione. Il tutto a discapito delle classi popolari, a cui questo governo vuole far pagare la crisi speculando sui territori e reprimendo ogni movimento che parta dal basso. Renzi sarà a Bagnoli, dopo la data del 14 agosto, per “fare il punto su Bagnoli per quello che la riguarderà nel decreto sblocca Italia”. Ciò a cui fa riferimento il Presidente del Consiglio è l’articolo 33 del decreto, il quale prevede il commissariamento di Bagnoli e di conseguenza espropriando il territorio e gli enti locali della libertà di pianificare il proprio territorio. Il commissario deciderà il destino delle aree considerate “di interesse nazionale”, e ciò è finalizzato a promuovere la speculazione edilizia sull’ultima grande area libera del litorale urbano di Napoli, dove sarà possibile creare, annullando la spiaggia pubblica balneabile e il parco verde di 130 ettari previsti dagli strumenti urbanistici, un complesso con attività di carattere portuale, alberghiero e residenziale. La bonifica di Bagnoli, argomento in auge da un ventennio ma mai portato a termine nonostante una spesa di circa mezzo miliardo di euro di fondi pubblici, non viene messa in risalto da Renzi e ciò presuppone che i bagnolesi dovranno continuare ad ammalarsi di tumore senza che nessuno muova un dito per risolvere un problema che porta morte e sofferenza alla gente da anni. Inoltre l’abrogazione dell’articolo 18 unita a un processo sempre più avanzato di privatizzazione della scuola pubblica spostano la lotta su un piano nazionale.

VENERDI’ 7 NOVEMBRE TUTTI A BAGNOLI, CONCENTRAMENTO ORE 9:30 A PIAZZALE TECCHIO

NON CI SERVONO COMMISSARI MA LAVORO, AMBIENTE E DEMOCRAZIA!

CONTRO IL GOVERNO RENZI

NO JOBS ACT, NO PIANO SCUOLA, NO SBLOCCA ITALIA

#7NOV – Evento Facebook

® Riproduzione riservata