Venerdi 17: Ecco 9 luoghi portafortuna il migliore e’ a Napoli.

Scaramanzia: i 9 luoghi da visitare per chi è in cerca di fortuna

L’Italia è la patria delle superstizioni e nelle nostre città non mancano luoghi simbolici legati a riti e scaramanzie. Ecco i nove posti da visitare assolutamente per assicurarsi la buona sorte.

Il Porcellino a Firenze

Fortuna e prosperità se si strofina il naso del Porcellino in bronzo che si trova nel Mercato Nuovo di Firenze. Ma per accertarsi che il rito funzioni bisogna mettere una monetina in bocca alla statua. Se la monetina oltrepassa la grata dove finisce l’acqua la buona sorte è assicurata.

Piazza San Carlo a Torino

A Torino ci sono due luoghi legati a culti e tradizioni. In piazza San Carlo si trova il toro in metallo dorato, stemma della città, considerato motivo di fortuna. In piazza Castello si trova invece il medaglione in bronzo raffigurante Cristoforo Colombo con un mappamondo in mano. Sfregando il dito mignolo del grande navigatore, tradizione vuole che si invochi la buona sorte.

La statua di Guidarello

A Ravenna si trova la statua di Guidarello Guidarelli. Chi è in attesa di una proposta di matrimonio deve portare l’amato nella Loggetta Lombardesca. La credenza vuole che chi bacia la statua si sposerà entro l’anno.

Le palle del Toro

E’ uno dei più famosi luoghi porta fortuna. Al centro della Galleria Vittorio Emanuele II di Milano c’è il mosaico raffigurante un toro. Chi calpesta l’animale deve poggiare il tallone del piede sui suoi “attributi” e compiere un giro di 360° chiudendo gli occhi. Questo gli assicurerà fortuna, ma solo se il passaggio avverrà nel periodo dal 24 al 31 dicembre.

La statua di Giulietta

Per le faccende di cuore non c’è luogo migliore della casa di Giulietta a Verona. Ma per essere baciati dalla fortuna bisogna appoggiare una mano sul seno destro della statua di bronzo che si trova sotto il famoso balcone. E sempre a Verona c’è il pozzo dell’amore che invita i visitatori a un rito propiziatorio: “Getta nel pozzo un solo soldino, pensa un  momento al tuo destino, non ti distrarre, non far rumore, ecolo eccolo arriva l’amore”.

La fontana di Trevi

E’ la tradizione più conosciuta anche fuori dai confini italiani. Nata dal film “Tre soldi nella Fontana” il rito vuole che si lancino monete con la mano destra sopra la spalla sinistra. Una moneta per far tornare a Roma, due per trovare l’amore e tre per potersi sposare nella Capitale.

L’Ossario di Napoli

Nel Cimitero delle Fontanelle a Napoli sono raccolti i resti delle vittime delle epidemie, scoppiate in varie epoche nella città, che non hanno potuto avere sepoltura. Non proprio un luogo felice, eppure le ossa custodite in questo posto sono state nei secoli oggetto di venerazione. La convinzione comune era che avessero capacità di operare miracoli. E la continua venerazione da forza a questa credenza, sicuramente il migliore dei 9 luoghi.

La fontana delle tette

Ai tempi della Repubblica di Venezia l’antica fontana, raffigurante un busto di donna, spillava direttamente del vino. Oggi a Treviso ne resta solo una copia nel cortile di Palazzo Zingoli, ma sembra che accarezzare il seno della statua porti fortuna.

La fontana dei matti

A Gubbio si è matti e fortunati. Il rito vuole che, per assicurarsi la “patente da matto”, bisogna andare alla Fontana del Bergello, fare il giro tre volte intorno alla costruzione alla presenza di un eugubino e il gioco è fatto.