Le vedove di Mazzarri colpiscono ancora: dopo i dietrofront su Benitez adesso anche quelli su Insigne

     

    Le vedove di Mazzarri 2.0, un aggiornamento di tutto ciò che non dovrebbe fare un giornalista serio. Dopo i dietrofront su Benitez adesso anche quelli su Insigne

     

    Che una buona percentuale di giornalisti capisca molto poco di pallone è chiaro, alcuni sono improvvisati, altri sono semplicemente lì perché attirano l’attenzione con atteggiamenti o provocazioni che piacciono al pubblico moderno, soprattutto quello televisivo. Ad inizio anno abbiamo assistito al primo atto della commedia “Le vedove di Mazzarri”, con tante critiche da parte di giornalisti e collezionisti di esoneri nei confronti di un maestro di calcio come Benitez. In molti rimpiangevano Mazzarri perché, a differenza di Benitez, sarebbe più bravo dal punto di vista emotivo, mentre lo spagnolo era visto troppo tranquillo per una piazza come Napoli, un po’ come Ottavio Bianchi, che resta l’allenatore più vincente della storia del Napoli!

     

    Dopo i dietrofront su Benitez (qualcuno anche spettacolare, da prima pagina, con dichiarazioni del tipo “ha seguito i nostri consigli e adesso sta vincendo”, viva la modestia!) adesso arrivano anche quelli su Insigne, considerato da molti un giocatore sopravvalutato, poco utile alla causa e poco adatto al modulo di Benitez: smentiti anche stavolta! Dopo l’infortunio tutti a piangere il talento di Frattamaggiore, ma consigliamo ai nostri lettori di andare a leggere i commenti del post-Bilbao per rendersi conto di chi ha cambiato bandiera e di chi, come noi, è rimasto coerente e fedele alle proprie idee.

     

    In attesa del terzo atto della saga più seguita dai napoletani, auguriamo a Lorenzo Insigne un rientro in campo in tempi brevi. Noi di Napoletanosinasce.com lo abbiamo sempre sostenuto e continueremo a farlo con la solita coerenza, perché i Napoletani veri si schierano sempre a favore di Napoli!