Un tesoretto oltre la Champions che Adl può sfruttare per rinforzarsi

Un tesoretto oltre la Champions

Un tesoretto  oltre la Champions: Gabbiadini vale almeno venti milioni, anche Valdifiori non verrà svenduto, poi ci sono El Kaddouri e Rafael. Albiol è in stand by ma se il presidente vuole cederlo al Valencia incasserà 7 milioni.

L’analisi di DARIO MAROTTA sul Roma:

Un tesoretto  oltre la Champions viene  dalle cessioni

Non solo la Champions. Denaro liquido da investire sul mercato arriverà anche dal fronte cessioni. Un piccolo tesoretto da aggiungere agli introiti garantiti dal secondo posto conquistato al termine della passata stagione. In prima fila, ormai dallo scorso gennaio, figura Manolo Gabbiadini, il pezzo da novanta esposto in vetrina da Giuntoli e De Laurentiis. Lo scarso utilizzo dell’attaccante, impiegato col contagocce da Sarri, lascia intravedere un addio imminente.

Oltre i milioni della Champions c’è un altro tesoretto che De Laurentiis potrebbe sfruttare per rendere il Napoli più competitivo.

I venticinque milioni offerto dal Wolfsburg in occasione della precedente finestra invernale lasciano più di un rimpianto, considerata l’attuale valutazione del cartellino del calciatore, vicina ai venti. Si attendono offerte convincenti, tanto per il ragazzo quanto per la società, disposta a vendere ma al prezzo giusto. E viste le poche disponibilità economiche dei club italiani, appare più probabile un accordo con una società estera, ancora da individuare.
E’ destinata a concludersi, dopo appena un anno, l’avventura azzurra di Mirko Valdifiori. Il
regista del miracolo Empoli non si è ripetuto a Napoli, laddove è invece esploso Jorginho, divenuto titolare inamovibile. Le offerte non mancano ma età e scarso utilizzo giocano a sfavore del Napoli che potrebbe incassare massimo due milioni di euro, a fronte dei cinque investiti appena dodici mesi fa.

OPERAZIONI MIINORI da perfezionare. Scontato l’addio di Rafael mentre Gabriel tornerà al Milan. Da valutare la posizione di El Kaddouri, stimato da Sarri ma chiuso da una concorrenza di altissimo livello. Possibile cessione in prestito per Grassi, prossimo all’addio Maggio. Spinosa la questione Zuniga (di rientro dal prestito al Bologna) così come quella relativa a De Guzman. Infine Zapata, probabile pedina di scambio in una maxi operazione
con Sassuolo o Udinese.