Napoli – Empoli: Tutto quello che…

    tutto-quello-che-napoli-empoli

    Tutto quello che…..Napoli-Empoli

    Essì, cari amici dell’After, ben trovati con il nostro editoriale, questa settimana le bomberate aumentano, come sono aumentati i gol in casa azzurra e ahinoi, anche in casa rubentus! Ma non perdiamoci in chiacchiere e andiamo ad analizzare questa settimana.

    Tutto quello che…..

    Si parte da chi ieri vi ha fatto le spese a suon di poker, o meglio il tecnico empolese Gianpaolo che in settimana, dichiarava ai microfoni questo:”Partita difficilissima: il Napoli oltre al potenziale d’attacco è una squadra che esprime gioco, che non butta mai via la palla. Caricato da quel pubblico li, rischi sempre di giocare in affanno. Per noi è un banco di prova che ci dirà come sapremo confrontarci con tutte queste difficoltà. Io penso che siamo nelle condizioni di potercela giocare.”  E in effetti se l’è giocata, ma evidentemente, non bene!

    Maurizio Sarri aspettando l’Empoli, nel prepartita, a quanto dichiarato da Renzi sulla possibilità che il Napoli possa vincere il tricolore, risponde così: “Renzi ha detto che vinceremo lo scudetto Non commento e non so quanto capisca di calcio”, accompagnando la risposta con un gesto scaramantico. Quindi, non possiamo far altro che grattarci anche noi!

    E adesso passiamo subito al post partita, menzione speciale va a Maurizio Pistocchi che a Premium Sport dichiara questo: “Sarri è arrivato in Serie A solo a 60 anni, il che significa che c’è qualcosa che non va nel nostro calcio. Pensate che il Napoli lo ha preso come quarta scelta: prima di lui aveva valutato Mihajlovic e Montella, poi ha optato per lui. Ormai in Italia si bada più ad altri aspetti:si cerca il fisico, il volto, lo stile elegante. Un allenatore deve fare l’allenatore, non l’opinionista. Delle prime sei in classifica, Sarri percepisce l’ingaggio minore”. Grande stoccata… I love Pistocco!

    ADL, ormai è noto per la sua compostezza e pacatezza, ed entra in sala stampa fischiettando “un giorno all’improvviso” e dichiarando quanto segue:“Insigne? Punizione alla Maradona. Tonelli? Corsi è furbo. Non siamo in una situazione di necessità. Abbiamo vinto 5-1, potevamo vincere 7-1. Ho firmato le carte per Regini. Juventus-Napoli? Sarà una bella sfida”. Quando la barba bianca fa la differenza!

    Intanto in casa Nerazzurra si riscaldano gli animi, e dopo la sconfitta con il Milan, Quel gran signore di Roberto Mancini, alza il dito medio contro i tifosi rossoneri, cosa vorrà indicare?

    1. Che punta ancora al primo posto.
    2. Che è il numero uno
    3. voleva un digestivo, per poter alleggerire lo stomaco, perché dopo la “Lasagna” 3 Polpette risultano troppo indigeste? Beh, dall’altro lato, un tifoso che rappresenta l’itaGLIA politica, lo ha risposto… sempre nel linguaggio dei segni… e per questa volta, ti ringrazio Signor Salvini!