Tonelli: « Sono felice, mi sembra di impazzire per la gioia »

 

Una settimana importante per Lorenzo Tonelli  26 anni, arriva in un grande club come il Napoli e viene convocato in Nazionale.

«Sono felice, mi sembra di impazzire per la gioia », ha raccontato Tonelli  a Marco Sommella, il suo agente. Pensare che tutto è cominciato proprio a pochi passi da Coverciano:

Il centro tecnico della nazionale di calcio italiana, sorge a pochi passa dalla villa dove è cresciuto e dove nonno Renzo spingeva perché il piccolo Lorenzo giocasse con la palla.«Ha talento,un bel tiro». Renzo Viciani aveva vinto lo scudetto nel 1956 con la Fiorentina, come riserva di Cervato e nel nipotino vedeva delle doti non di poco conto. Lorenzo Tonelli, classe 90’, a 5 anni inizia a giocare nella scuola-calcio della Settignanese.

Cds: Danilo del Valencia l’ultima tentazione

A 10 anni, uno dei suoi primi maestri, Stefano Cappelletti, bussa alla porta di casa Tonelli: non deve essere stata una cosa facile. Voleva portare il ragazzino nelle giovanili dell’ Empoli. Ma mettere piede a casa Tonelli doveva, in ogni caso, mettere una certa soggezione: Lorenzo è infatti il nipote del professor Luigi, tra i maestri della chirurgia italiana (almeno 90mila interventi tra gli anni ‘50,‘60e‘70) e il figlio di Pietro, ora chirurgo alla medicina d’urgenza dell’ Ospedale Santa Maria Nuova. Ma non solo: i Tonelli sono tutti luminari della medicina, perché non ce ne è uno solo tra gli zii che non abbia una specializzazione. Probabilmente, senza calcio, Lorenzo ora sarebbe uno di loro.

Giovedì la telefonata di Lorenzo al papà per dargli la notizia del passaggio al Napoli: «babbo, gioco la Champions, ti rendi conto? Sono felice».

In queste ore e’ a Villa Stuart a Roma, le visite mediche: poi, se non ci saranno intoppi la firma del contratto nella sede della Filmauro. L’ Empoli prenderà 9,5milioni (più due di bonus) mentre il difensore percepirà circa 900milaeuro per i prossimi 4 anni. Domani, poi, sempre accompagnato dai suoi agenti Marco Sommella e Alessandro Moggi, si sposterà a Coverciano. Ma non per tornare a casa sua, ma per andare in ritiro con l’Italia.

Pino Taormina il Mattino