TINA: Napoli e Benitez più vicini

Napoli e Benitez più vicini. La prossima settimana summit tra il suo procuratore e De Laurentiis

Il patron ha illustrato al tecnico spagnolo il business plan. La qualificazione in Champions è fondamentale

di PASQUALE TINA La Repubblica

Schiarita sul futuro del Napoli. Aurelio De Laurentiis ha incontrato nel pomeriggio Rafa Benitez al centro tecnico di Castel Volturno.

Il summit è durato quaranta minuti. Il patron azzurro ha illustrato allo spagnolo e al direttore sportivo Riccardo Bigon le sue intenzioni per il futuro del Napoli. Il famoso business plan è piaciuto a Benitez. Le parti si sono lasciate con il sorriso. La prossima settimana è atteso in Italia Manuel Garcia Quillon, l’agente del tecnico spagnolo, che affronterà con De Laurentiis il discorso rinnovo.

Il Napoli vuole legarsi a Benitez per quattro o cinque anni in modo da gettare le basi per creare un ciclo vincente come quello che il castigliano ha realizzato al Liverpool, dove lo rimpiangono: oggi uno striscione ha sorvolato Anfield: “Rodgers out, Rafa in”. La priorità di Benitez, adesso, è affrontare al massimo la settimana più delicata della stagione: prima il match con i rossoneri, poi l’andata della semifinale di Europa League contro il Dnipro che resta una corsia preferenziale per la qualificazione ai gironi di Champions League, obiettivo fondamentale per garantirsi quei milioni necessari, indispensabili per un mercato grandi firme per il definitivo salto di qualità.

LE SCELTE. Benitez sta pensando anche alla formazione da schierare domani sera contro il Milan. La buona notizia è il recupero di Strinic nel reparto arretrato: il croato è un’alternativa valida a Ghoulam, in difficoltà giovedì ad Empoli. In difesa è pronto a rientrare Albiol dal primo minuto. In mediana scalpitano sia David Lopez che Jorginho, in ballottaggio con Gargano. Davanti Gabbiadini e Insigne insidiano Hamsik e Mertens. Higuain, invece, dovrebbe spuntarla ancora su Zapata.