Tim Cup, Napoli-Inter 0-2: passa chi ha preferito non giocare, onore agli azzurri!

Quarti di finale per Napoli e Inter, che sfidano per approdare alla semifinale di Tim Cup, la vincente affronterà una tra Juve e Lazio. Per questa sfida Sarri si affida alle seconde linee Chiriches, Strinic, David Lopez, Valdifiori, Mertens e Gabbiadini, accompagnati dai titolari: Reina, Hysaj, Koulibaly, Allan e Callejon. Per l’Inter pochi cambi, Mancini preferisce ad Icardi, Jovetic.

Nei primi 45 minuti c’è il solito possesso palla degli azzurri, ma la partita è segnata dai tantissimi errori da entrambe le parti. Gli errori della fase offensiva azzurri, sono quelli che pesano di più, Gabbiadini & C. non riescono a trovarsi e sprecano qualche occasione di troppo, per poter andare in vantaggio.

Se il primo tempo non ha riservato molte emozioni, il secondo tempo, -sembra- avere lo stesso copione dove gli errori la fanno sempre da protagonisti. Nonostante gli errori è sempre il Napoli a fare la partita, ma al 73° arriva il vantaggio dei neroazzurri con un gran tiro da fuori area di Jovetic.

Il Napoli prova a reagire, ma Handanovic conferma di essere la stella di questa Inter, altro protagonista è l’arbitro Valeri che nel finale espelle Mertens, per doppia ammonizione, dopo aver simulato un fallo secondo il direttore di gara , dopo una evidente trattenuta da parte del neo entrato Felipe Melo. Con un uomo in meno gli azzurri, ci provano, ma di contropiede beccano il 2 a 0 firmato Ljajić. Tutta l’Inter festeggia come se avesse già vinto il titolo nazionale, sgradevoli da vedere le esultanze di Felipe Melo e compagni, ancor più sgradevole sarà vedere la querelle a bordo campo tra Mancini e Sarri.

Passa l’Inter, che vince per l’ennesima volta non mostrando un minimo di gioco, saluta la competizione il Napoli, che ora dovrà concentrarsi sul campionato.