Supercoppa italiana, trionfa il Napoli

La squadra di Benitez vince 8-7. Ai tempi supplementari era finita 2-2: doppiette di Tevez e Higuain. Decisivo l’errore dal dischetto di Padoin


 

DOHA – Da Maradona ad Hamsik: l’ultima Supercoppa il Napoli l’aveva alzata, Lui l’aveva alzata, il primo agosto 1990. Dopo 24 anni Marekiaro la spinge di nuovo alta verso il cielo di Doha. La squadra di Benitez batte la Juve 8-7 dopo i calci di rigore (2-2 ai supplementari, 1-1 al 90′) e vince una delle sfide più emozionanti degli ultimi anni. Una partita che ha regalato colpi di scena infiniti e una gioia finale, quella azzurra, incontenibile. È il regalo di Natale più bello. Una favola: Higuain, in ombra negli ultimi tempi, ridiventa il campione di sempre nella partita più attesa. E poi Rafael, che vola a chiudere la porta nei momenti decisivi.A Doha o a Napoli, la festa può cominciare.

NAPOLI, CHE PASTICCIO – Benitez schiera Gargano e De Guzman al posto di Inler e Mertens, in avanti torna Higuain. Nessuna sorpresa nella Juve: Vidal in campo da trequartista dietro a Tevez e Llorente. Cinque minuti e la difesa del Napoli combina un pasticcio: Albiol e Koulibaly si scontrano dopo un retropassaggio sbagliato di David Lopez e permettono a Tevez di presentarsi da solo davanti a Rafael: l’Apache non sbaglia. È 1-0. La squadra di Benitez reagisce e al 16′ è anche sfortunata: Hamsik colpisce il palo con un tiro da fuori. Nella parte finale della prima frazione il Napoli gioca costantemente nella metà campo avversaria: sono pochi però i veri pericoli per Buffon, che è attento su una conclusione a giro di Higuain.

HIGUAIN PAREGGIA
– Il Napoli comincia bene la ripresa. Al 54′ Callejon non sfrutta un’occasione clamorosa per riportare in pari la partita: Hamsik pesca lo spagnolo con un gran passaggio filtrante, l’attaccante però a tu per tu con Buffon si allarga troppo e poi spedisce fuori. La Juve soffre tantissimo. Higuain colpisce il secondo legno della serata per il Napoli: con un pallonetto delizioso scavalca Buffon ma la palla scheggia il palo e si allontana dalla porta. Allegri corre ai ripari: fuori Pirlo dentro Pereyra, con Vidal che retrocede a centrocampo. Non basta ai bianconeri. Il Napoli trova il pari al 68′: Ghoulam (uno dei migliori) va via sulla sinistra e pennella un cross perfetto per Higuain che sbuca alle spalle di Chiellini e di testa supera Buffon. Benitez mette dentro Mertens per Hamsik, nella Juve Padoin entra per Lichtsteiner. Tevez al 90′ ha sul piede la palla che vale la Supercoppa ma, sbilanciato, non riesce a concludere con precisione una bella azione rifinita da Llorente. Si va ai supplementari.

GOL ARGENTINI
– Benitez richiama in panchina David Lopez e fa entrare Inler. In questa fase della partita è la Juve ad essere più incisiva: Koulibaly salva tutto sulla conclusione a botta sicura di Vidal. Quando mancano quindici minuti alla fine entrano Jorginho e Morata per De Guzman e Llorente. Ma il protagonista è ancora una volta Tevez: con un movimento da grande attaccante si libera di Koulibaly e lascia partire un destro a fil di palo su cui Rafael non può fare niente. Poco dopo Buffon compie un miracolo su Higuain. Ma l’attaccante argentino si rifà a due minuti dalla fine, con una zampata vincente da centro area che porta la sfida ai rigori. La Juve ha per tre volte il match ball, ma non lo sfrutta. Alla fine Koulibaly segna, Padoin no: la Supercoppa è azzurra.

SEQUENZA RIGORI
– RIGORI: Jorginho (N) parato; Tevez (J) palo, Ghoulam (N) gol, Vidal (J) gol, Albiol (N) gol, Pogba (J) gol, Inler (N) gol, Marchisio (J) gol, Higuain (N) gol, Morata (J) gol, Gargano (N) gol, Bonucci (J) gol, Mertens (N) parato, Chiellini (J) parato, Callejon (N) parato, Pereyra (J) alto, Koulibaly (N) gol, Padoin (J).

Fonte:CdS