Stramaccioni: “Dispiaciuti per l’eliminazione, ma i miei hanno fatto una gran partita. Rigore Zapata? Rispettiamo decisioni di Orsato, ma…”

    Andrea Stramaccioni, allenatore dell’Udinese, ai microfoni della Rai ha commentato la sconfitta del San Paolo dopo una lunga contesa:

    “Siamo dispiaciuti per l’eliminazione, ma ai miei ragazzi non posso rimproverare nulla perché credo che abbiano fatto una delle migliori partite stagionali. Siamo stati anche sfortunati ai rigori perché l’ultimo doveva essere Aguirre che però si era fatto male nei supplementari.”

    Su Jaadi

    “L’Udinese è un progetto, che io ho sposato in pieno. In questo momento di emergenza non ho avuto paura di lanciare elementi giovani come lui. Jaadi è un classe ’96, ha fatto una partita importante con l’assist per il gol di Thereau e per altri buoni movimenti.”

    Sui rigori

    “Dal vivo il primo rigore mi è sembrato netto, ma il secondo un po’ meno evidente anche perché Zapata non può in nessun modo raggiungere il pallone. Bisognerebbe aiutare gli arbitri in questi casi. Credo sia stata pesante anche la seconda ammonizione di Widmer, ma rispettiamo l’operato di Orsato.”

    Fallo di Mesto?

    “Secondo me era da espulsione infatti non capisco come l’arbitro non l’abbia visto (ride, ndr).”

    Futuro?

    “Ho un contratto con l’Udinese che rispetterò. A prescindere da chi sarà il prossimo allenatore dell’Udinese spero che Di Natale possa restare anche l’anno prossimo perché è un grande campione e un grande uomo. Spero possa continuare ad essere il mio capitano”.