Squadra B un idea Spagnola? No e’ stata Italiana per 72 anni

    Squadra B un idea Spagnola? No e' stata Italiana per 72 anni

    SQUADRA B UN IDEA SPAGNOLA?

    SI DISCUTE LA POSSIBILITÀ DI CREARE TEAM SPECIALI CHE PARTECIPINO ALLA LEGA PRO. UN’IDEA SPAGNOLA? MICA TANTO, PER BEN 72 ANNI È STATA UNA SPECIALITÀ ITALIANA. POI FURONO CANCELLATI.

    Sportweek pubblica  alcuni dati interessanti:

    9 I GIOCATORI arrivati in Serie A dopo aver disputato una delle ultime 3 finali Primavera. Il record di presenze è del laziale Keita (79, con 10 reti) seguito dal compagno Cataldi (36, con un gol); su questo “podio” anche Conti dell’Atalanta (14 partite e 2 gol). Altri 15 hanno giocato in B. Fra quelli andati all’estero da segnalare l’ex laziale Vivacqua, scudettato nel 2013, che nel 2015 ha disputato 21 partite (1 gol) in Lettonia con lo Spartaks Jurmala ed è andato a segno anche in un preliminare di Europa League.

    19 GLI ANNI del limite di età per poter giocare tra i Primavera: erano 20 fino al 2011/12, poi sono stati abbassati per la “riforma Albertini”. C’è la possibilità comunque di 3 fuoriquota: 2 di 20 anni e uno “libero” nella regular season, tutti e 3 di 20 anni nella fase finale. È allo studio la divisione del campionato in due serie, con promozioni e retrocessioni, probabilmente a partire dal 2017/18; ma si sta parlando anche di tornei Under 21 oppure U23 e di squadre riserve iscrivibili in Lega Pro “sul modello spagnolo”.

    72 GLI ANNI, dal 1904 al ’76, in cui in Italia ci sono già stati campionati per riserve. Il primo si chiamava Seconda Categoria, era la “serie B” dell’epoca, lo vinse il Genoa II (4-0 alla Juventus II) che aveva in squadra anche Luigi Ferraris, poi morto in guerra nel 1915, a cui venne intitolato nel ’33 lo stadio di Marassi; Giuseppe Castruccio, console di Salonicco che salvò centinaia di ebrei durante la Seconda guerra mondiale; Mino Balbi di Robecco, 9 volte campione italiano di tennis fra singolare e doppio.

    1930/31 LA PRIMA STAGIONE in cui le squadre di A e B dovevano avere un team di riserve in Seconda Divisione, la serie D dell’epoca; e poi, 1932-34, in Prima. Con risultati divertenti: nel ’32/33 Juve B battuta 2-1 a Intra e 2-0 a Pinerolo;Ambrosiana Inter B battuta 2-1 dalle Acciaierie Falck e 3-0 dalla Gallaratese; Napoli B battuto 5-1 dal Gladiator (poi superato 11-0 al ritorno). Nel girone vinto dal Milan B (nonostante uno 0-1 con la Pro Lissone) davanti al Torino B venne promosso il Seregno arrivato terzo.

    1975/76 L’ULTIMA STAGIONE in cui si disputò il torneo U23 (vinto dal Cesena). Nei decenni precedenti si erano susseguiti campionati Riserve, Cadetti e De Martino: quest’ultimo soppresso dopo l’edizione 1970/71 (vinta dalla Lazio guidata da Bob Lovati, 1-0 al Milan di Cesare Maldini nella “bella” di Firenze davanti a 3.000 spettatori). Il motivo: le lamentele della società per i costi delle trasferte e per la necessità di avere troppi giocatori in organico. Il contrario, quest’ultima cosa, delle esigenze attuali…