Il solito Marotta: Gli arbitri sono tutti bravi basta che vinca la Juve

il solito marotta

Il solito Marotta elogia Rizzoli

Siamo alle solite, ormai, quasi non è più una notizia, le dichiarazioni contradittorie di Marotta, sono diventate un must, per i giornalisti e i tifosi.

Solito copione, solite frasi, soliti canali. Tutto è’ ciclico in casa Juve, un moto perpetuo.

Bayern- dopo la sconfitta in Germania il ds juventino aveva un diavolo per capello, lo ricordate tutti, le sue dichiarazioni furono riportate da tutti i giornali:

“c’è il rammarico per l’operato dell’arbitro. In partite come queste non si possono accettare questi errori, mi auguro che il calcio italiano venga rispettato di più in futuro”

Il solito Marotta – Infatti in Italia certi errori a danno della Juventus non si commettono, anzi.., La vittoria nel derby e le polemiche sul caso Bonucci-Rizzoli, vengono così commentate dal buon Marotta:

“il nostro primato in classifica, non è certo messo in discussione dalla partita contro il Torino, ma perché abbiamo meritato nell’arco di tutte queste partite di conquistare il primo posto. È normale che la discrezionalità e l’errore arbitrale siano delle componenti che nel calcio neanche la moviola è in grado di debellare. Mi riferisco a quanto, da più parti è emerso, che doveva essere espulso Bonucci, il quale, invece, è stato semplicemente ammonito, perché io credo che Rizzoli in quel momento era in grado di intendere e volere e ha usato lo strumento dell’ammonizione, perché non ha ravvisato nessun comportamento sbagliato da parte sua”. 

Insomma,  Marotta è sempre Marotta.