Sohopia Loren racconta Luca De filippo

Sophia Loren:”sarò eternamente riconoscente alla famiglia De Filippo”

Sophia Loren, icona della napoletanità, donna di grande spessore umano e professioinale, mostra pubblicamente la sua gratitudine, alla famiglia De filippo, in un intervista rilasciata al Mattino di Napoli.

Lei crede che l’approccio al cinema di Luca, attore di formazione teatrale, lo rendesse diverso da altri suoi colleghi?
«Luca è nato sul palcoscenico, è nato attore: con lui si riusciva tutti a dare il massimo. Non credo sia giusto distinguerlo come “teatrale”, forse perché io a teatro non ho mai recitato, ma sicuramente era un attore di enorme talento, un grandissimo interprete, capace di lavorare al meglio non solo sui testi di suo padre. Io poi sarò eternamente riconoscente alla famiglia De Filippo».

Perché?
«Oltre a Rosa Priore in “Sabato, domenica e lunedì”, grazie al teatro di, Eduardo ho portato al cinema anche Filumena Marturano in “Matrimonio all’italiana” di Vittorio De Sica: sono
due grandissime parti femminili, due ruoli meravigliosi che mi hanno dato gioia immensa».

Oggi la scomparsa di Luca lascia un grande vuoto.
«Purtroppo,certe volte, non si capisce proprio il perché di certi accadimenti,nulla sembra avere senso. In questo momento di dolore però, non posso fare a meno d ipensare cona ffetto alla povera Carolina Rosi, la sua compagna che, dopo la morte della madre e del padre, ora ha perso anche il suo uomo: è terribile ,la vita purtroppo è così, pregheremo molto,ma il dolore rimane»