Serie A, che flop! La “Masia” del Barça vera fucina di talenti

     

    Il Barcellona domina la classifica europea dei club con più talenti del settore giovanile distribuiti nei massimi campionati continentali

     

    Che il Barcellona sia una delle compagini più all’avanguardia nel panorama calcistico giovanile a livello continentale è un qualcosa di conclamato, ma una recente statistica pone il team catalano in cima alla classifica dei club che vantano calciatori cresciuti nel proprio settore giovanile militanti nei 5 più importanti tornei del “Vecchio Continente” (Spagna, Inghilterra, Germania, Francia e Italia).

    La società blaugrana, infatti, ha in rosa ben 13 promesse provenienti dalla “Masia”, mentre in giro per l’Europa vi sono ben 30 ex barcellonisti che hanno trovato un contratto professionistico in una compagine di massima serie. Totale:43.

    Manchester United e Real Madrid seguono i “Cules” con 36 e 34 campioncini sparsi tra Liga, Premier, Bundesliga, Ligue 1 e Serie A. 

    Tragicomica la situazione delle italiane: l’Atalanta è nona con un totale di 22, poi c’è l’Inter al 19° posto. Dopo la Roma, ferma alla ventesima posizione, c’è addirittura l’Empoli, che con 14 “baby” fenomeni si stanzia al 34° posto alla pari del Milan.

    Dopo toscani e rossoneri, il nulla. Napoli, Juventus, Fiorentina e Lazio sono fuori dalle prime 50. 

    Bisogna abbassare l’età media dei calciatori, e non solo. La Federcalcio, dal canto suo, ha sostituito Abete con Tavecchio al vertice della piramide del calcio nostrano. Siamo il paese delle contraddizioni: una pensiero taVECCHIO come il mondo, ma sempre veritiero.