Sensazionalismo, disorganizzazione e disordine, volano solo le botte a Capodichino nel giorno di Gabbiadini

 

Ecco Gabbiani è arrivato a Napoli.

Il Calciatore  non è stato accolto in pompa magna dai più di 1000 tifosi intervenuti all’ Aeroporto per dare il benvenuto al giovane giocatore, perché’ il Napoli ha pensato bene di non predisporre un servizio d’ordine ,e lo ha fatto uscire da una via secondaria, lontano dal caloroso abbraccio che il popolo degli “Immaturi”, come lo ha battezzato De Laurentiis, voleva offrirgli.

Durante l’attesa gli animi dei tifosi si sono scaldati, la ressa diventava sempre più numerosa, è volato anche qualche ceffone tra un papà ed un cameraman di una emittente televisiva,

Quando il volo di Gabbiani è arrivato, i passeggeri sono stati bloccati dai tifosi che volevano intravedere il nuovo giocatore del Napoli.

Napoletanosinasce non si è prestato al gioco del sensazionalismo, con live inutili, lo avremmo fatto solo per Maradona! del resto la nostra politica è conosciuta ormai!

La stampa locale, e quella nazionale, hanno Pompato l’evento, cercando  il maggior numero di presenze possibili a Capodichino, e alla fine la colpa ricade sempre sui tifosi, stavolta rei di essere troppi!

Ci dissociamo come spesso accade dai tanti colleghi, che per ricevere il solito clic, hanno scritto di tutto di più, omettendo ovviamente i fatti concreti.

Non ci meraviglia che il Napoli non abbia approntato un servizio d’ordine adeguato, del resto al società di De Laurentiis è famosa per la poca organizzazione, quando si tratta di eventi importanti, le resse al San Paolo, per i tagliandi Champions ancora riempiono pagine.

Così mentre 1000 tifosi immaturi erano a Capodichino a festeggiare l’arrivo di Gabbiani, altri 50.000 più maturi erano a casa per prepararsi psicologicamente a salutare Callejon a giugno