Scotto: “Le scelte, a Bergamo sarà difficile mettere fuori uno tra Insigne, Callejon, Hamsik e Higuaìn. Mertens candidato a giocare titolare”

    Scotto: “In attacco il più bel grattacapo: tutti in forma, ma uno è di troppo”


    Finalmente è tornato il Napoli dall’attacco esuberante, o meglio straripante. Goleada al Verona e soprattutto la ritrovata verve di Hamsik e Higuaìn (rispettivamente doppietta e tripletta) e con il “solito” Callejon che domina anche la classifica marcatori. Il sorriso di Rafa Benitez è a 32 denti, perché il suo Napoli dalla cintola in sù è proprio un bel vedere. La stessa squadra offensiva e spietata che tanto era piaciuta lo scorso anno. La novità di questa stagione è un Insigne che impazza sulla trequarti: messo più centralmente pennella lanci e passaggi in profondità, sbagliando poco o nulla. Servizi pregiati per i compagni, ma anche Lorenzo cerca la conclusione. Forse meno brillante di tutti c’è Dries Mertens, che fa tanta panchina e che dopo i due gol in Europa League si è fermato. In realtà anche lui è a digiuno in campionato, per ora il bottino è di appena un assist. Manca il belga all’appello, che ha la giustificante di essere quello che ha giocato meno di tutti. E quindi, in attesa di poter coinvolgere anche Michu e Zapata nella “rosa” dei titolari d’attacco, è proprio Dries Mertens il maggiore candidato a un posto da titolare stasera con l’Atalanta. Sabato al San Paolo c’è la Roma e Benitez potrebbe proporre la stessa formazione che ha “asfaltato” il Verona. Ma con Mertens in campo uno degli attaccanti più in forma della squadra rimarrà fuori. Chi allora? Callejon, Hamsik o Insigne? Higuaìn difficilmente uscirà dai titolari, quindi il posto sulla linea più avanzata è il suo, ma dietro? Per Benitez un dubbio molto piacevole, visto che aspettava di avere tutti i suoi attaccanti al meglio. Anzi, lo spagnolo aspettava di vedere il suo “tridente” basso lucido e smagliante come non era stato fino a questo momento. Con Hamsik a secco in campionato e perennemente in discussione c’era attesa per ritrovare un assetto vincente. Lì davanti un certo Gonzalo Higuaìn aspettava di trovare la rete in Serie A dopo aver segnato in tutte le competizioni fin qui disputate (play off Champions ed Europa League). Ora che tutto si è sistemato è tempo di scegliere. Rafa Benitez difficilmente lascia Callejon fuori. Anzi vedere l’ex Real Madrid in panchina è improbabile. Anche togliere Hamsik adesso potrebbe essere un segnale discutibile: lo slovacco è in crescita ed è appena reduce dai primi gol in Serie A in questa stagione. Peccato tenerlo fuori adesso, ma la scelta sarebbe funzionale. Levare Insigne avrebbe un risvolto anche tattico interessante: il giovane ex Pescara fa da raccordo tra centrocampo ed attacco, agendo, in pratica da suggeritore. Il Napoli senza il suo contributo potrebbe faticare, ecco perché Benitez potrebbe non sentirsela di toglierlo: molto dipenderà dalle scelte per la Roma. Qualcuno deve riposare, ma è chiaro che LE SCELTE A Bergamo sarà difficile mettere fuori uno tra Insigne, Callejon, Hamsik e Higuaìn. Mertens candidato a giocare titolare chi giocherà titolare stasera al Bergamo potrebbe riposare con la Roma. Ed ecco che il ballottaggio rimane sempre quello: Mertens-Insigne. Stasera un primo segnale.