LA NOVITÀ La seconda divisa è l’erede della “mimetica” dello scorso anno. Debutterà contro il Chievo

    Ed eccola la maglia “jeans”. Non arrivata del tutto a sorpresa, ma
    comunque la suspance è rimasta alta, anche perché la seconda divisa (la
    terza in ordine di presentazione dopo quella bianca) è stata svelata
    soltanto ieri, a settembre ormai inoltrato.

    Il Napoli segue ancora il “trend” della moda, e dopo la divisa mimetica (o camouflage) disegna una
    maglia che ricorda il tessuto jeans. Il colore è un blu che va nel
    grigio, il disegno è originale. Anche se l’idea è stata ispirata dalla
    casacca del Marsiglia, che lo scorso anno con Adidas fece una maglia con
    questo stesso stile. La divisa del Napoli è invece firmata Macron
    (possibile un rinnovo dell’accordo in scadenza a giugno) e debutterà
    domenica al San Paolo contro il Chievo. Per il Napoli questa è la
    seconda tenuta, e quindi teoricamente si dovrebbe vedere spesso. Sarà
    utilizzata anche in Europa, con le dovute limitazioni agli sponsor. A
    fare da modelli ieri a Castelvolturno Insigne, David Lopez e De Guzman.
    Il retro presenta nomi e numeri di colore bianco. L’obiettivo è
    ricalcare il grande successo della “camouflage”, che sui campi si è
    vista pochissimo (la verde militare è stata utilizzata solo ad inizio
    stagione) ma che ha venduto moltissimo, compresa la seconda
    “reincarnazione” con una maglia camouflage ma colorata di giallo e azzurro.

     

    Il roma