Corrsport: Scorta e paura Napoli blindato

ALLARME BELGIO

Nel Paese è emergenza terrorismo, gli azzurri prelevati sulla pista d’atterraggio.

Ecco cosa racconta Antonio Giordano inviato del  corriere dello sport a Bruge:

BRUGES 26/11/2015– Mica è il freddo che s’infila nella carne, ma quelle luci che tentano d’illuminare nella none, le lampade che s’intravedono oltre le finestre, il silenzio che divora, perché sa di paura, il vuoto per le strade che da Ostenda a Bruges t’accompagna come in un incubo.

arrivo napoli briges
I’inferno del terrore è al di là di un orizzonte smarrito, nella Bruxelles che ha bisogno d’uomini, di forze, d’energia per scavare ben dentro i segreti del terrorismo e combatterlo: cosa potrà mai essere una partita, rispetto alle vite che rischiano ed ai cuori che palpitano, mentre sono avvolti nel panico che li domina?

Un viaggio rapidissimo nel vuoto che stasera sarà ancora più tetro, perché non ci saranno vicoli, né autostrade che allargheranno questo macrocosmo; è una corsa incontro al nulla
d’un Napoli che viene accolto sulla pista dell’aeroporto, una rarità, e viene portato nel proprio ririro, che sta appena più in là dell’evento finto, perché la verità è altra.