Sarri’s Eleven: Fate il vostro gioco!

Sarri Napoli

Missione scudetto, difficile ma non impossibile

Di: Jhonny Green

Nella pellicola di Steven Soderbergh, una banda di undici criminali, capitanata da Danny Ocean (George Clooney), si cimenta in un colpo impossibile: rapinare il caveau di tre Casinò a Las Vegas. E’ una vera e propria impresa, date le proibitive misure di sicurezza che rendono il “lavoro” estremamente complicato e pericoloso. Ad Hollywood storie simili non possono che finire a lieto fine, mentre a Napoli squadra e tifosi dovranno fare i conti con la realtà.

Per quello che abbiamo visto fin’ora, forse, sarebbe più facile rapinare un Casinò piuttosto che negare il quinto scudetto consecutivo alla Juventus. Questo Sarri lo sa; sa che per raggiungere un traguardo simile serve l’impegno e il sacrificio di tutti…e magari un pizzico di fortuna. I suoi “Eleven” sono un gruppo ben assortito e unito, proprio come quelli di Ocean.

 

L’ex allenatore dell’Empoli è riuscito, dalle macerie della scorsa stagione, ad erigere un reparto difensivo sensazionale. Reina, insieme a Koulibaly e Albiol, diventano per gli avversari una serratura difficilissima da scassinare. A completare la seconda miglior difesa del campionato ci sono Hysaj e Ghoulam che sulle fasce sono semplicemente spettacolari.
A centrocampo Sarri nomina direttore artistico Jorginho, uno dei migliori registi della Serie A. Nonostante una piccola fase calante nelle ultime uscite, Allan è stato perfetto nel ruolo di ripulitore. A chiudere il terzetto di metà campo, un giocatore che non ha bisogno di presentazioni, Marek Hamsik. Arriviamo così al tridente d’attacco. A sinistra, nel ruolo dell’acrobata, Lorenzo Insigne che con i suoi funambolici numeri confonde gli avversari per poi servire assist al bacio ai compagni. A destra, il trasformista Callejon, capace di smarcarsi, coprire in difesa, attaccare lo spazio e finalmente anche segnare. L’undicesimo uomo è Gonzalo Higuain, l’arma in più, il giocatore che con i suoi 26 goal in 28 gare sta rendendo la missione “difficile” e non “impossibile”.

Per comprendere meglio la stagione del numero 9 azzurro, vi consiglio di leggere l’articolo dedicato alla Caccia ai Record dell’argentino.

 

Se i Sarri’s Eleven, alla 28a giornata, sono solo a 3 punti dal primo posto e imbattuti in casa, è anche grazie alla fiducia e alla spinta che il popolo napoletano regala alla squadra ogni domenica. La Juventus è come il Banco, vince sempre e per batterla bisogna aspettare la mano giusta, con pazienza e senza perdere altri punti.
Se i Partenopei continueranno a fare il loro gioco non ci sarà “caveau bianconero” che tenga: con altre dieci giornate e 30 punti in palio, potrebbero riuscire a rubare “il sogno” agli avversari di sempre e farlo proprio per la terza volta nella storia.