Lippi: ” Il Napoli non e’ solo Higuain, ma un grande collettivo, Sarri allenatore contadino con un grande cervello, non vedo favoriti per il 13″

Lippi parla della sua sfida da doppio ex: «Sarri ha costruito tutto in 3 mesi, Allegri bravo a recuperare

lippi a napoli ho lasciato un pezzo di cuore

LIPPI : “SARRI TECNICO CONTADINO CON UN GRANDE CERVELLO”

Marcello Lippi, 67 anni, ha allenato il Napoli nel 1993-1994 e poi la Juventus in due momenti (1994-1999 e 2001-2004).

Ecco il pensiero dell’ ex c.t. campione del Mondo.

“Dopo quattro scudetti consecutivi la Juventus ha regalato un girone di andata agli avversari, il Napoli è l’unica squadra che ha raccolto la sfida, almeno per ora”.

“Quella tra Napoli eJuventus  è una sfida importante, ma quello in programma tra due giornate non sarà lo scontro finale.Mancano ancora troppe partite e almeno un paio delle avversarie che erano in corsa fino a un mese fa possono anche recuperare”.

” Un pronostico? Impossibile. La Juve è l’espressione del nostro calcio, quella che propone sempre una solida base di calciatori italiani, indispensabili per dare un’identità di squadra, una perfetta coesione.

Il Napoli è la squadra che si è dimostrata più preparata alla competizione. La più forte fino ad ora. Sbaglia chi pensa che la formazione campana debba tutto a Higuain.
Il Napoli somma un grande Higuain a tanti altri giocatori importanti. Da solo l’argentino avrebbe fatto poco. Per fare una corsa simile non basta un campione, ci vogliono basi solide”.

“Allegri e Sarri , portano avanti la tradizione di tecnici Toscani. Sarri è unallenatore contadino, con un grande cervello. Lui ha sfatato pure un vecchio luogo comune, che dice che per dare un gioco ad una squadra occorrano almeno 6 mesi. Lui in 3 ha costruito il suo Napoli e in poco tempo ha saputo conquistare con le idee giocatori importanti”.

 

fonte: Gazzetta