Sarri: “Soddisfatto da chi non gioca molto! Non so dove possiamo arrivare in questa competizione!”

Maurizio Sarri, voleva chiudere la pratica qualificazione per i sedicesimi contro il Mityjlland ed i suoi ragazzi lo hanno accontentato dando vita a una grande prestazione. Ecco le parole dell’allenatore azzurro a Sky Sport:

“L’obiettivo di questa sera era ottenere la qualificazione e il primo posto, i ragazzi hanno avuto una grande interpretazione della partita. Chi gioca poco in campionato stasera ha fatto molto bene, questa è una notizia molto importante per noi e di grande prospettiva. Abbiamo ipotecato la gara già nei primi 45 minuti e sono molto contento di quanto visto. Il Midtjylland è secondo in Danimarca, ha giocatori in Nazionale, stasera li ho visti un po’ in difficoltà rispetto alla gara d’andata. Non è un avversario scarso, però. Va bene così.”

Su Strinic ed El Kaddouri

“El Kaddouri è già da qualche settimana che sta trovando il suo spazio, sta facendo bene. Strinic invece aveva fatto pochissimi minuti, perché ho fatto fatica a inserirlo nei nostri movimenti difensivi, anche perché lui è stato fuori per 30 giorni ed è rimasto un po’ in ritardo da questo punto di vista. Nelle ultime settimane l’avevo visto bene e stasera ho puntato su di lui, ma ancora non ha i 90 minuti nelle gambe.”

Su Gabbiadini

“Manolo è un grandissimo attaccante, quando gioca da centravanti segna con continuità. Bisogna vedere se il nostro equilibrio ci consente di schierarlo anche da esterno offensivo. Che fosse un grande attaccante non c’erano dubbi. Adesso vediamo lo sviluppo della situazione. per i minuti che ha fatto anche una grande media gol”.

Sulla condizione

“Se ci siamo con la testa ci siamo anche con il fisico, quella mentale condiziona quella fisica in maniera determinante”.

Sul livello del girone

“Gli avversari di stasera erano campioni di Danimarca. Hanno messo fuori il Southampton, hanno diversi nazionali, dunque non si prevedeva fossero poco problematici, ma loro all’andata hanno fatto meglio e ci hanno messo in difficoltà”.

Dove può arrivare questo Napoli in Europa?

“E’ una formula antisportiva quella dell’Europa League, che non mi piace. Non sappiamo ancora chi parteciperà alla competizione, come possiamo sapere dove arriveremo?”.

Nelle prossime sfide giocherà qualcuno della Primavera?

“Non lo so, vedremo. Sicuramente qualcuno si aggregherà”.