Cds- Sarri migliore di Allegri per numero di reti: 20-16

Sarri migliore di Allegri

IL NAPOLI HA SEGNATO PIÙ DELLA JUVE.

Sarri migliore di Allegri, nonostante Higuain, fa la differenza  la perfezione dei meccanismi degli azzurri: modi differenti di segnare. E finora Sarri batte Allegri per numero di reti: 20-16

Di :Alberto Polverosi-Corriere dello sport

Sarri migliore di Allegri per numero di gol e alternative tattiche

Il valore di singoli rende la Juve speciale ma il Napoli ha più soluzioni ed è riuscito a dimenticare Higuain.

IL CONFRONTO. La Juve, come un anno fa, vince partite che non domina, partite oscure, di attesa, ma le vince (due eccezioni: Inter e Siviglia) perché Higuain è unico e Dybala lo stesso. Perché pur non essendo ancora una coppia vera, completa, sono individualmente straordinari.

Ma il Napoli come attacco è oltre. Pensavamo si fosse indebolito con la cessione di Higuain alla Juve prima di scoprire che Milik ha segnato finora due gol più dell’ex. Sarri ha risolto con brillantezza i problemi che si sono creati col cambio di centravanti, problemi che, per la verità, forse sono sorti a Castelvolturno perché in partita non si sono mai visti. Ha accentrato un po’ le due ali, più Mertens di Callejon, tantoché il belga si muove anche da seconda punta.

IL NAPOLI CREATO PER IL GOL. Il gol “nuovo” del Napoli è il primo contro il Bologna: cross da sinistra di Insigne, colpo di testa di Callejon sul palo opposto. Da una fascia all’altra, saltando il centravanti (Gabbiadini in quella partita) come un anno fa era pressoché vietato. Prima Higuain usciva dalla linea della difesa avversaria per palleggiare con Hamisk o le due ali, adesso Milik aspetta in area il cross buono da girare di testa verso la rete, come è successo a Kiev con l’assist di Ghoulam. Meno palleggio, più verticalizzazioni e più cross. Sono gol pensati quelli del Napoli, cercati dentro un’idea di gioco (gli inserimenti di Hamsik o gli “strappi” di Zielinski) o magari dentro a schemi su calci piazzati (tre gol su quattro contro il Benfica).

SCHEMI.I gol della Juve arrivano per mano di artisti. Quelli di Higuain e Dybala a Zagabria sono stati due perle, come bellissimo è stato l’assist di Pjanic per la rete del Pipita. Il valore dei singoli rende la Juve fantastica in attacco. Già l’anno scorso la squadra di Allegri vinceva le partite pari, figuriamoci quest’anno con Higuain. Non ha bisogno di incantare, di dominare, di prendersi la scena, anche se talvolta ci riesce (trenta minuti tambureggianti contro il Sassuolo). Il Napoli deve provarci sempre, per vincere deve stendere il rivale. Quello della Juve, invece, resta in piedi, ma perde lo stesso.

 

Napoli capitale d’Europa, L’urlo del San Paolo fa paura a tutti