Sarri: è cosa ‘e niente. ‘O maestro s’è scurdato ‘a bacchetta.

Sarri: è cosa 'e niente. 'O maestro s'è scurdato 'a bacchetta.

‘O maestro s’è scurdato ‘a bacchetta e non solo

E’ cosa ‘e niente. ‘O maestro s’è scurdato ‘a bacchetta. Sarri perde a Bergamo ed elogia la juventus,  i Napoletani non possono accettarlo.

Di: Francesco Pollasto

Senza distinzione di razza o di fede, ideologia o nazionalità, il calcio è senza dubbio universale, un gran bel gioco. Adulato e goduto da milioni di individui, l’universalità del gioco unisce i giocatori, tifosi e spettatori, provenienti da ogni angolo immaginabile del globo.

Un catalizzatore, un inno, un pantheon, un legame di ferro e fondamento incrollabile, il gioco è anche simbiotico; ispirazione e immensa ammirazione dai suoi spettatori, giocatori, squadre e tifosi, che vanno tutti ad arricchire il gioco stesso, e, a sua volta, si arricchiscono dal piacere incommensurabile giocare e di partecipare al gioco stesso.Ed è questo spirito straordinario, questa unità di devozione, ardore, più feroce orgoglio e amore, questa celebrazione dei trionfi di atletismo, intendiamo onorare, immortalare, ed esaltare e a volte deprimersi.

Sarri ‘O maestro s’è scurdato ‘a bacchetta. non quella magica di mago merlino, ma quella della motivazione e del rispetto dei tifosi, ahimè le mie parole sono già travisate da alcuni lettori, quindi devo stare attento nell’esprimermi.

Il maestro in tuta il cui motto è “sudore e cazzimma”  parla nel post Bergamo di  superiorità della Juve, certamente non il massimo per i tifosi e i giocatori  ancora depressi per la sconfitta, il maestro da il colpo di grazia, un modo di commentare che stona con il famoso “sin prisa sin pausa” di Rafa Benitez o dell’anima di Mazzarri.

Sarri si è dimostrato un pessimo comunicatore, sicuramente incazzato per la sconfitta, come tutti noi, ma questa volta  ‘o maestro s’è scurdato ‘a bacchetta.

Quando un tifoso di calcio ascolta le parole “la rivale ci è superiore ”o “analisi” applicate al calcio nulla viene in mente. È che il calcio è un complesso sportivo, dinamico e fluido. Un obiettivo può essere il risultato di un gioco perfettamente eseguito di un fortunato rimbalzo aprire un varco inaspettato nella difesa di un attaccante ben piazzato.

E ‘l’improvvisazione, jazz, un gioco che è costruito al volo. Qualcosa che non può essere quantificato, non più di quanto siamo in grado di prevedere, come la successione di riff di John Coltrane in una qualsiasi notte. Quindi non c’è motivo di credere che un annoiato economista appassionato di calcio sarebbe un giorno in grado di rivoluzionare il bel gioco .