Sarri: “Buona prestazione, ma non riusciamo a tenere il ritmo per tutti i 90 minuti!Gabbiadini? Deve decidere lui il suo destino!”

I dubbi di Sarri sono in attacco

 

Contro il Milan, arriva la prima vittoria e  la.prima espulsione per il Napoli di Maurizio Sarri. Che ai microfoni di Sky Sport commenta così la partita:

Su Mertens

“Non credo che lui voglia vedermi sotto la doccia (ride,ndr)In questo momento sta bene, ci sta facendo cose importanti. È giusto che abbia l’ambizione di giocare il più spesso possibile. Pero lui sa benissimo che si mi guarda male non mi fa impressione (ride, ndr).”

Su Milik 

“Lui ha la capacità di venire incontro e giocare con la squadra in maniera naturale, in allenamento mi ha lasciato sensazioni importanti. Bisogna prendere la doppietta per quello che è, bisogna lasciarlo crescere, imparare la lingua. È un ragazzo giovane e non gli va data l’eredità di Higuain perchè sarebbe troppo pesante, ma è un ragazzo che dà grandi sensazioni.”

Sull’espulsione

“Gli arbitraggi non mi stanno aiutando in questo inizio di stagione. Non ci hanno dato un rigore a Pescara, ce ne hanno dato uno e poi ce lo hanno tolto, abbiamo preso gol su un fallo netto su Jorginho a centrocampo. Gli ho detto cosa diavolo state facendo, non c’è nessuna offesa, arrivare all’espulsione mi è sembrato un po’ eccessivo.”

Sulla partita

“La linea di difesa è alta o bassa in relazione a quello che succede davanti, con centrocampisti ed attaccanti non siamo ancora ai livelli difensivi dello scorso anno. In situazioni del Milan non è che ce ne siano state tante, sul 2-0 siamo stati costretto ad abbassarci ma perchè ci mancava la copertura della palla da parte di attaccanti e centrocampisti. La sensazione è che alla squadra manchi un pizzico di brillantezza. Ci mancano ancora i ritmi alti. Non abbiamo avuto molta distanza ad alta velocità, ma l’abbiamo avuta ad alta accelerazione. Siamo in grado di dare delle singole accelerazione, ma non siamo in grado di mantenere ritmi alti per lunghi periodi”

Su Gabbiadini

“Sono contento, non ha fatto una grande partita a Pescara perchè ha giocato in uno spezzone dove tutta la squadra ha fatto male. Non ha fatto una grande partita perchè lui nelle fasi iniziali della stagione soffre molto le preparazioni, ha bisogno di un po’ di tempo per smaltire il lavoro e venire fuori. Se rimane è in grado di garantirci un numero di gol elevato, poi sarà lui a decidere cosa sarà meglio per il suo percorso. Io gli consiglierei di rimanere con noi se è fortemente convinto, se cosi non è gli direi di prendere un’altra strada, perchè le prestazioni rischiano di non essere al massimo”.