CS: Sarri ai suoi uomini «Non si fanno calcoli, ragazzi»

    Non si fanno calcoli

     

    Sarri: «Non si fanno calcoli, ragazzi»

    Nonostante il silenzio stampa del Napoli qualcosa sempre trapela, il breve discorso di Sarri ai suoi uomini, è stato raccolto dal giornalista Antonio Giordano, per il corriere dello sport, che ce lo racconta così:

    Non si fanno calcoli, ragazzi !

    Il silenzio è un cono d’ombra nel quale starsene avvolto, lasciando che i pensieri penetrino nelle nuvole di fumo con le emozioni che si ingrossano nel discorso (secretato) di pochissime parole. «Non si fanno calcoli, ragazzi». Un tocco e via,cercare il pipita per farlo sfogare, però mica soltanto lui. «Facciamo ciò che sappiamo».

    C’è la calma piatta di Castel Volturno e neanche un filo di voce per recitare “pallavanti-palladietro-palla nello spazio” . E’ un uscio spalancato, di fronte quell’uomo in tuta: e non dite ch’è classe operaia che s’accinge ad intrufolarsi in Paradiso. «Ragazzi, niente calcoli». E’ una scuola di pensiero, è un modo di essere, è la rivoluzione («che si fa anche con diciotto-ventiquattro uomini») per risistemare i conti con il destino.C’è la Champions all’orizzonte, in quelle notti che andranno riempite da musica per le proprie orecchie, e prendersela sa d’incoronazione o comunque d’investitura, un ulteriore mantello di autorevolezza con il quale andare incontro a questo futuro.