Sarnataro: “Napoli illusorio e poco compatto,ma lasciamo lavorare Sarri e la società!”

    Attraverso il proprio profilo facebook il giornalista Dario Sarnataro commenta la sconfitta del Napoli contro il Sassuolo:

    “Illusorio il gol di Hamsik, illusori i primi 13′ del Napoli, in cui si sono viste aggressività, intensità e baricentro alto. Dopo la squadra è sparita, si è sfilacciata, era poco compatta tatticamente e ha perso il controllo del centrocampo. Ci sono segnali preoccupanti, il Napoli dopo quei primi minuti è tornato indolente e poco grintoso. Poco squadra e molto individualità sconnesse.

    Nella ripresa gli azzurri hanno avuto un predominio sterile (in stile anno scorso nelle peggiori gare) e sono stati infilati anche in modo sfortunato nell’unica occasione creata dal Sassuolo. Credo sia inutile sottolineare la chiara difficoltà difensiva, nell’applicazione e nei movimenti individuali. E se l’attacco era poco ispirato (con Higuain fuori forma e Mertens e Insigne a cercare posizione e a pestarsi i piedi), nel centrocampo ha “girato” solo Hamsik, con Valdifiori troppo timido e Lopez fuori ruolo.

    In generale la vittoria dei neroverdi è meritata soprattutto per la conduzione dei 30′ finali del primo tempo. Il tempo dei processi è tuttavia non prematuro ma di più: quando il Napoli ha ingaggiato Sarri si è detto, in modo unanime, che bisognava sostenerlo con decisione e con fiducia incondizionata. E’ quello che deve fare la società (se ci fossero più uomini di calcio nel managment…), è quello che devono fare i calciatori: in tal senso le parole di Reina (“Continuiamo a lavorare seguendo il nostro mister”) sono confortanti e sagge. Lasciamo lavorare Sarri, lasciamo lavorare la società: è evidente che entro il 31 devono arrivare un difensore centrale e un altro centrocampista, confermando Ghoulam e gli attaccanti.

    Piccola annotazione tattica (personalissima): Lopez non mi sembra “tagliato” per il ruolo di mezz’ala, a Hjsay va data fiducia ma non la fascia sinistra, Gabbiadini può giocare con Higuain in attacco, ovviamente sempre secondo me.”