Il San Paolo chiuso ai tifosi giallorossi

    San Paolo sold out

    Troppi rischi, il San Paolo  chiuso ai tifosi della Roma

    Oggi le misure per Napoli-Roma, ma la decisione è presa. Molto improbabile un’eccezione per i tifosi tesserati. Scendono i prezzi: curve a 25 euro

    NAPOLI  Settore Ospiti chiuso, divieto di vendita ai residenti della Regione Lazio e sospensione dei programmi di fidelizzazione in attesa della decisione del Viminale:  comincia la prevendita di Napoli-Roma. Oggi alle 10, per la precisione, in largo anticipo rispetto alla partita in programma al San Paolo alle 15 di sabato 15 ottobre, e un’ora prima rispetto alla riunione dell’Osservatorio. Che, sebbene la linea sembri tracciata, dovrà esprimersi in prima istanza in merito alle restrizioni di un’eccezione per i tifosi tesserati.

    Le linee guida,  sembrano già tracciate. «L’orientamento è vietare la trasferta ai residenti nel Lazio – spiega Carlo Longhi, ingegnere, ex arbitro e membro dell’organismo governativo. Speriamo che prima o poi la situazione possa essere risolta. L’idea futura è riaprire queste trasferte, ma tutto dipende dal comportamento dei tifosi».

    Se l’Osservatorio non dovesse decidere seduta stante rimetterà poi la questione al Casms, ma a quanto pare la storia sarà risolta in giornata. Nell’attesa, comunque, il Napoli ha agito in forma preventiva nel lancio della prevendita, regolandosi come se il divieto di trasferta fosse già ufficiale.