Rubrica – L’analisi tattica di Massimo Carcarino: “Atletich Bilbao-Napoli”

     

     

     

    Athletic BilbaoAtletich Bilbao- NapoliNapoli:

    Mercoledì al San Mames, c’è il return match della gara che vale una stagione,perché la chamipons oggi e’ vitale.Dopo il pareggio al San Paolo,dove escluso i primi 10 minuti e 10 finali non abbiamo visto un napoli pronto,anzi spaesato e senza idee. i baschi hanno ottenuto ciò chi volevano,un pareggio con goal,che vedrà costretto a Rafa e i suoi ragazzi di fare un altro tipo di partita,insomma fare goal,subito.

    I baschi individualmente,escluso la stellina spagnola Munian sono inferiori agli azzurri,ma nel calcio moderno,non basta.Squadra compatta,aggressiva che lotta su ogni pallone,ed nel proprio stadio,trasportati dal proprio pubblico si galvanizzano e non poco. Rivedremo il consolidato 4-4-1-1 di Valderde,con più o meno gli stessi uomini. Determinante per Benitez,quindi modificare qualcosa negli uomini e nell’atteggiamento tattico.

    Bisogna far goal, subito. Quindi dentro certezze,la prima Mertens.Il folletto belga è praticamente un giocatore devastante nell’uno contro uno,al cospetto di uno spento Insigne alla ricerca di se stesso. quindi appunto Mertens e dietro Ghuolam, per formare una catena di sinistra forte,dinamica e che attacchi la difesa basca,che nei laterali difensivi anche al Sanpaolo ha lasciato parecchie perplessità suo varie situazioni di gioco. Ci aspettiamo anche Inler,per carcere di più un minimo di geometrie,e magari la soluzione da fuori area.

    Facendo come si presuppone una partita cercando il goal,nelle possibili spazi che si aprirano,attenzione all’esterno offensivo Munian,capace sia di attaccare l’area senza palla,sia nel l’andare nell’uno contro uno…( Henrique più adatto di Maggio)…? Serve un Napoli da champions,una notte tipica di Re di coppe Targata Rafa Benitez. Perché senza la champions,dopo un mercato spento,e il rinnovo del tecnico che non arriva,il futuro sarebbe meno rosea. Forza Azzurri…!