Roma, Ljajic attacca la Juventus: “Vinto con tre gol irregolari”

     

    L’attaccante dei giallorossi: «Contro i bianconeri abbiamo giocato molto bene, fatto anche due gol, e subiti tre di cui nessuno regolare. Contro questo non possiamo fare nulla, meglio chiuderla qua. Noi il nostro lo abbiamo fatto, poi se altri hanno fatto il loro non lo sappiamo. Noi puntiamo allo scudetto ma dopo domenica non dipende più da noi»


    «A fine campionato sarei felice se la Roma vincesse lo scudetto. Ci proveremo, ma in questo momento, dopo la partita di domenica, non dipende tanto da noi. Noi dobbiamo dare il massimo per raggiungere questo obiettivo». Parola di Adem Ljajic che poi dice la sua sulla sfida tra Juve e Roma: «Abbiamo giocato molto bene, fatto anche due gol, e subiti tre di cui nessuno regolare. Contro questo non possiamo fare nulla, meglio chiuderla qua. Noi il nostro lo abbiamo fatto, poi se altri hanno fatto il loro non lo sappiamo…». L’attaccante della Roma ha parlato anche delle ambizioni dei giallorossi per questa stagione: «Siamo più forti rispetto allo scorso anno – spiega Ljajic a Roma Radio -, anche mentalmente. Lo dobbiamo dimostrare sul campo. Contro la Juve abbiamo giocato il nostro calcio, possesso palla e passaggi corti. Per un attaccante è importante fare gol, a me invece piace aiutare i compagni. Il compagno che si fa sentire di più? Sicuramente De Rossi. Ci aiutiamo tutti molto e parlare è importante. Mercato? Ho provato a convincere Kolarov a venire qui. Ora dobbiamo andare avanti, ci sono ancora tante partite da giocare e può succedere di tutto. Dobbiamo fare il meglio possibile ogni settimana, dare il massimo, giocare con la testa fredda perché in questo momento c’è un clima un po’ particolare, ma abbiamo voltato pagina, ora pensiamo al Chievo».

    Corr.sport.it