Rizzoli: “Nel derby di Torino ho sbagliato, ma non c’è sudditanza psicologica!”

Lazio-Roma, designato Rizzoli. Banti per Juve-Napoli

L’arbitro Nicola Rizzoli è stato ospite alla “Domenica Sportiva”, dove rispetto alle ultime uscite, ha fatto un dietrofront sul derby di Torino. L’arbitro modenese dopo aver quasi sempre giustificato la testa di Bonucci, creando così un caso, ha finalmente ammesso di aver sbagliato. Ecco quanto evidenziato da noi di NSN:

Sulla moviola

La moviola è quello strumento che mette d’accordo il 50% delle persone e in disaccordo l’altro 50, creando polemica. L’arbitro non è simile ad un robot, piuttosto ad una persona che ci mette la passione, la propria parte umana.”

Sulla sudditanza psicologica

Mai avuta, e posso mettere anche la mano sul fuoco per i colleghi, anche se poi puo’ esserci un carattere più o meno forte. A dimostrazione di ciò voglio dirvi che il presidente dell’Empoli dopo la partita contro la Fiorentina è venuto a farci i complimenti perchè abbiamo dimostrato di non avere sudditanza psicologica nei confronti di nessuno“.

Sul derby di Torino

Non è stata una delle mie migliore prestazioni. Lo dico perchè se uno non riconosce di non avere fatto bene e di poter migliorare ha un limite enorme. L’arbitro fa tutto quello che può fare, scendendo in campo preparato fisicamente, mentalmente. Poi l’errore ci può stare, e ci possono essere anche delle decisioni non felici“.