Riapre il campanile di Santa Chiara: era chiuso dal 1943


 

Riapre il campanile di Santa Chiara: era chiuso dal 1943
“Lavori in corso nel monumento di via Benedetto Croce.

Entro il maggio 2015 giardini rifatti e nuovo accesso e scala per il campanile, dal quale sarà possibile ammirare uno splendido panorama“


 Come nelle più grandi città d’arte anche a Napoli si potrà presto salire su uno dei più famosi campanili: quello della Basilica di Santa Chiara collocato all’incrocio tra via San Sebastiano e via via Benedetto Croce e costruito per volontà del re Roberto d’Angiò in pieno Medioevo, tra il 1310 e il 1340.

Il monastero di Santa Chiara rifiorirà: al via da domani i lavori, per 105mila euro, che porteranno alla riqualificazione dei giardini antistanti il chiostro e la chiesa, mentre dal maggio 2015 aprirà al pubblico il campanile, chiuso addirittura dal 1943.

Entro la fine di ottobre partirà il concorso di idee per la nuova scala da realizzare nel monumento, per una tranche di lavori che – finanziati dalla II Municipalità – costeranno 58mila euro. Sono stati i cittadini della zona ad insistere fortemente perché il monumento fosse oggetto di lavori.
Il progetto è chiaro: da un lato i giardini del 1970 saranno finalmente restituiti alla cittadinanza, dall’altro sarà possibile salire sulla cima del meraviglioso campanile e godere quindi del mozzafiato panorama di spaccanapoli.

Per quanto riguarda i giardini, lo spazio verrà totalmente rifatto. Saranno piantati nuovi alberi e tutelate le essenze arboree storiche. Arriveranno giochi per bambini, panchine e spazi lettura, nonché l’accesso con scivolo per disabili. Verranno anche ripristinati anche i due locali adiacenti allo spazio verde, ovvero il vecchio ingresso che da piazza del Gesù e quello che diventerà una postazione della polizia municipale.

 

[su_slider source=”media: 8227,8229,8228″ limit=”40″ link=”lightbox” width=”1020″ height=”820″]