Repubblica: Un albero di trenta metri alla Rotonda Diaz per il prossimo Natale

    Un albero di trenta metri alla Rotonda Diaz

    Un albero di trenta metri alla Rotonda Diaz per il prossimo Natale. All’interno dello stesso ci saranno gallerie commerciali, terrazze, e ascensore

    Natale a Napoli. Sembra il titolo di un film, e invece è una frase che rappresenta tutta la bellezza dell’avvenimento in terra napoletana. Quest’anno sarà ancor più magico, per l’allestimento di un albero alla Rotonda Diaz. Con i suoi trenta metri d’altezza, si può ammirare tutta la vista mozzafiato del Golfo di Napoli. Infatti l’altezza della struttura, supera di una quindicina di metri quella degli edifici limitrofi. L’albero sarà visibile da ogni angolo della città, dai paesi vesuviani, da Punta Campanella, Capri e Ischia.

    Un milione e trecentomila lampadine a led, che cambiano colore in base alla serata. Telescopi in cima per poter ammirare le costellazioni. Ma soprattutto composto da 3000 piante con radici, che al termine del periodo natalizio, verranno regalate al Comune per poterle poi piantare in ogni angolo della città. L’inaugurazione è prevista per i primi di Novembre, e sarà aperta ai visitatori dalle 10 alle 24, e sarà la principale attrazione delle luminarie del Natale napoletano.

    Sarà un allestimento a costo zero per Palazzo San Giacomo. Le spese saranno a carico dell’ItalStage, società che già si occupa del montaggio dei palchi per gli eventi che solitamente si svolgono nella città partenopea. Il tagliando d’ingresso sarà molto probabilmente a pagamento per chi vorrà visitare la vista mozzafiato del golfo di Napoli. La base sarà di 900 metri quadrati, a pochi metri dal mare. Ci saranno terrazze panoramiche con bar e punti ristoro, ascensori, con particolare attenzione per i portatori di handicap, e una scala per chi volesse provare l’ebbrezza di salire a piedi fino all’ultima terrazza, posta ad un’altezza di trenta metri (Le altre si trovano ad un’altezza di 6 e 18 metri).

    Intorno alla struttura ci saranno spettacoli di ogni genere. Dai contorsionisti, alla rappresentanza dell’osservatorio vesuviano. Dalla degustazione di vini e prodotti tipici napoletani (con struffoli, pastiere, e dolci natalizi in generale), al coro Gospel che accompagnerà la cittadinanza e i turisti al Natale. Fino alle lezioni di Yoga che si terranno per un’ora dalle 8 di mattina per tre volte a settimana, e per finire una befana volante che farà cadere dal cielo coriandoli di stelle e fiocchi di neve.

    C’è già stato un parere positivo circa la fattiilità del progetto. Nei prossimi giorni, a Palazzo San Giacomo, si discuteranno i dettagli, per dare l’ok definitivo al progetto.