Rastelli: ” comprendo il rammarico di Benitez, mi sarebbe piaciuto giocare in un Napoli diverso”

    Milano Linate, nella passeggiata che intercorre l’aeroporto all’aereo ecco che trovo come compagno di viaggio Mr Massimo Rastelli.

    Mister Rastelli, ottimo attaccante ex Napoli, in carriera conta 102 presenze e 12 reti in serie A e 386 presenze, 68 reti in serie B. A fine agosto 2001 si trasferisce a Napoli nella serie cadetta e con i partenopei disputa 32 partite realizzando 6 reti.

    Decido di bandire la timidezza e ci concediamo  4 chiacchiere :

    Come commenti le esternazioni di Benitez nel post  Napoli-Juventus? ( con sorriso malizioso ndr) “Robè, è sempre andata così, purtroppo, ed è brutto che nel 2015 ci siamo ancora certi episodi, ma purtroppo è sempre andata così”.

    E passo dopo passo, le chiacchiere attraversano il ponte dei ricordi azzurri: “nutro grande rammarico per non aver potuto giocare in un Napoli diverso, il mio approdo a Napoli e’  coinciso con uno dei momenti piu’ neri della storia azzurra”

    Massimo, pensi ad una grande squadra o alla serie A?:  “Sto bene dove sto, lasciami crescere ancora!” In effetti le soddisfazioni con i suoi Lupacchiotti le sta prendendo.

    E allora mister dall’alto della tua esperienza cosa consigli ai tuoi giovani e a quanti vogliono intraprendere la carriera da calciatore?: Umiltà, sacrificio e dedizione”.

    Parole di un gregario, il quale ha calcato terreni di mezza Italia, Tenendo ben salde le sue radici nella sua terra d’origine, Scafati (Sa) e quindi il suo Sud.

    Di: Roberto Sdino

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Roberto Sdino, in compagnia di Mister Rastelli