Rastelli e Stellone facevano gol insieme in azzurro e ora attaccano la A

     

    L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport parla di Stellone e Rastelli, ex bomber del Napoli oggi al comando del campionato di Serie B. Ecco quanto si legge

     

    A Napoli se li ricordano bene. Tracimarono i sogni del San Paolo ad un passo dal salto in A mentre la città veniva tappezzata di manifesti che «urlavano» a Corbelli e Ferlaino di andarsene a casa. Rastelli e Stellone, la coppia del gol nel torneo 2001-02 di B, annata d’un azzurro con forti tonalità di grigio visto come furono promosse Como, Modena, Reggina ed Empoli (di Totò Di Natale) col Napoli di De Canio solo quinto, primo non eletto.

     

    Già, Rastelli e Stellone, i due allenatori-giovani in vetta alla classifica di B con Avellino e Frosinone. «Evidentemente hanno avuto buoni maestri – sorride De Canionon mi stupiscono: di attaccanti ne ho avuti tanti, ma loro mi colpirono perché sempre attenti a tattica, movimenti, schemi offensivi… Hanno copiato bene».

     

    Rastelli l’anno scorso, Stellone nel torneo in corso: debuttanti, leader, carismatici, trascinatori. Vincenti? Si vedrà, ma accomunati anche da un inizio di carriera condizionato dal bisturi e suoi tagli dopo infortuni in campo.