Rafa Benitez: ” A Torino con la testa e con il cuore per vincere”

La radio ufficiale intervista Benitez

Domani sarà un match difficile. Come dico sempre bisognerà giocare prima con la testa e poi con il cuore“. Rafa Benitez, ai microfoni di Radio Kiss Kiss, parla della possibile chiave della gara di Torino e lancia uno sguardo anche al sorteggio di Europa League con la Dinamo Mosca:

Il giorno dopo, come considerate a freddo l’accoppiamento dell’urna di Nyon? “Giocare contro una squadra russa non è facile ed a questo punto della stagione è ancora più difficile. Hanno giocatori di esperienza e qualità che possono fare la differenza. In Europa sinora non hanno mai perso e questo significa tanto. Ho esperienza contro squadre russe e ripeto che non sarà semplice“.

E’ uno svantaggio giocare la seconda in trasferta? “Beh dipende da cosa accade nella prima gara. Anche un 1-0 può essere importante. Non pensiamo adesso al risultato ma cerchiamo di fare un’ottima partita di andata e poi vedremo”.

Tra gli allenatore che ci sono in lizza agli ottavi lei è l’unico che ha vinto sia l’Europa League che Champions. Una bella soddisfazione:

Sì certo, vincere entrambe le coppe europee è una grande soddisfazione ma significa che ho avuto calciatori che mi hanno consentito di arrivare a questi traguardi. Di certo l’esperienza può aiutare“.

Napoli che non prende gol in Europa da 5 gare: “E’ un dato significativo, la realtà è che la squadra sta facendo un gran lavoro sulla fase difensiva. Dobbiamo continuare così e migliorare anche la fase offensiva che da sempre ci caratterizza in positivo”.

Che partita prevede a Torino? Pensa ad un avversario stanco dopo il match di Bilbao? “Io credo che Torino avrà la carica che gli viene da una bella vittoria, quando si vince poi la stanchezza passi in secondo piano. Troveremo un avversario che vive un bel momento di entusiasmo e risultati. Sono una buonissima squadra, sono organizzati, sono anni che sono guidati dallo stesso allenatore ed hanno automatismi precisi. Per noi sarà importante non dare punti di riferimento e cercare di giocare con intensità“.

In piedi in panchina ci sarà ancora Pecchia, dopo il suo “infortunio” al polpaccio? “Fabio è un ottimo allenatore e in questa gare ho avuto la riprova che guida benissimo la squadra anche in campo. Se poi continuiamo a vincere, per me può rimanere benissimo lui in piedi davanti alla panchina – sorride Benitez – ma quello che mi piace evidenziare è che abbiamo uno staff tecnico e anche medico che fanno un lavoro eccezionale. La rosa ha buonissima condizione e questo ci permette di essere sereni per il futuro“.

Si parla di un suo incontro con De Laurentiis in settimana. Avete parlato del futuro?

Io vedo il Presidente spesso, ci sentiamo ed i nostri colloqui sono abituali. Parliamo della squadra, degli impegni che abbiamo e della quotidianità. Per il futuro ci sarà tempo“.

Lunedì ci sarà Roma-Juve, per chi dovranno tifare i tifosi del Napoli?

Io dico che i nostri sostenitori devono seguire e tifare per il Napoli, dopo si vedrà cosa faranno gli altri…”

Ssc Napoli