Prandelli, che disastro! Una vittoria in cinque gare…

     

    Nonostante un ricco contratto firmato in estate, ora la panchina di Prandelli comincia a traballare in maniera leggerissima. Il presidente non può voltarsi dall’altra parte.


     

    Non è proprio la partenza che si aspettavano i tifosi del Galatasaray. Un popolo infinito estasiato dall’arrivo di Cesare Prandelli, tornato immediatamente in pista dopo le dimissioni da commissario tecnico della Nazionale azzurra. Il primo mese a Galata? Un dramma.

    Prandelli non riesce a carburare sulle rive del Bosforo, ancora una volta sconfitto. Ripieno di ex Serie A, ovvero Pandev e Dzemaili, acquistati dal Napoli ad agosto, più Muslera, Felipe Melo, Wesley Sneijder e ovviamente il dirigente Ujfaulsi, direttore sportivo del Galatasaray ed difensore del Prando alla Fiorentina, il team di Istanbul fatica e non poco.

    Il calvario era iniziato con la Supercoppa di Turchia, andata ai rivali cittadini del Fenerbahce ai rigori. Un primo smacco importante per i tifosi, vista l’importanza del derby, essenziale quanto quello di Glasgow, Roma, Buenos Aires e Belgrado. Vittoria o Aşağılama, umiliazione.

    Almeno in campionato il Galatasaray aveva debuttato positivamente, strappando una vittoria per 2-0 sul difficile campo del Bursaspor, firmata Yilmaz e Adin. Deludente 0-0 alla seconda giornata e dunque il pareggio in extremis ottenuto contro l’Anderlecht in Champions, al termine di una gara pessima.

    Nonostante un ricco contratto firmato in estate, ora la panchina di Prandelli comincia a traballare in maniera leggerissima. Un non nulla, ma il presidente Aysal non può certo voltarsi dall’altra parte, senza osservare la sola vittoria in cinque gare.

    Sabato il Galatasaray è stato sconfitto 2-0 sul terreno di una neopromossa, il Balikesirspor. Prima vittoria per il team di Balikesir, dopo due sconfitte consecutive. Dolce rivincita per Sercan Yildirim, giocatore di proprietà del club di Istanbul ma in prestito.

    Media turchi scatenati, con Prandelli nella graticola per un Galatasaray senza vittorie e senza anima. Il 2014? Fin ora non proprio un anno da ricordare per l’ex c.t dell’Italia. Alla Türk Telekom Arena nel prossimo turno, contro il Sivasspor, non può sbagliare.

    Goal.com