Platini’ dopo Moen, manda il contestatissimo Mazic

ARBITRA IL PESSIMO MAZIC

Giovedì a Kiev ci sarà da soffrire, non solo per un fatto ambientale, ma anche perché’ la partita sarà arbitrata dal contestato Mazic.

Platini’ non ha voluto ascoltare le parole di De Laurentiis, così come ha fatto il designatore Collina.

Per la partita di Kiev, crocevia fondamentale per la stagione azzurra, mandano il Serbo Mazic. Arbitro salito agli onori della cronaca, quando ai mondiali di Brasile 2014 dirige due gare della fase a gironi: Germania-Portogallo ed Argentina-Iran.

Il suo arbitraggio in quest’ultima gara ha suscitato molte polemiche e proteste: è stato accusato di non aver fischiato un calcio di rigore a favore degli asiatici, per un intervento di Zabaleta su Ashkan Dejagah sul punteggio di zero a zero: anche in assenza del fallo, la rimessa laterale sarebbe dovuta essere iraniana, mentre Mazic l’ha assegnata ai sudamericani.

Egli, inoltre, nel primo tempo della stessa gara aveva attraversato il campo per ricollocare la bandierina del calcio d’angolo, dopo che Sergio Aguero l’aveva rimossa in un gesto di stizza per un pallone perso; curiosamente l’attaccante argentino non è stato ammonito.

Dopo la denuncia della Federazione calcistica dell’Iran alla FIFA, Mazic non ha più diretto alcuna gara durante Brasile 2014.

Il 7 luglio 2014 termina la sua esperienza in Brasile, essendo tra gli arbitri mandati a casa a seguito del taglio effettuato dopo i quarti di finale e prima delle ultime quattro gare.

COMPLIMENTI A COLLINA E PLATINI’ PER LA SCELTA.

© riproduzione riservata , anche parziale, previa citazione della fonta: www.napoletanosinasce.com