Pienza ca me sò sunnato che avevamo già giocato contro la Lazio e avevamo perso 4-2.

L’AMICO DEL FEGATO, liberamente tratto da una commedia di Vincenzo Salemme.

Uà Robbè, e che fai? Meno male ca stai ccà, Mi so fatto ‘nu brutto sogno.

Pienza ca me sò sunnato che avevamo già giocato contro la Lazio e avevamo perso 4-2. Ma non solo: Higuain sbagliava un rigore sul 2-2 e finivamo quinti!

Come? E’ vero? E vabbè ma nel sogno mio poi Benitez andava al Real Madrid e noi prendevamo l’ex allenatore del Sorrento e il ds del Procida, non mi ricordo bene, del Capri.

E pure questo è vero? Sì ma nel mio incubo sul mercato rischiavamo di perdere tutti i campioni e cominciavamo a trattare mezza squadra dell’Empoli.

Pensa che stavamo per vendere Higuain alla Juventus sperando di avere Rugani. Robba ‘a non se scetà cchiù d’a paura, Robbè.

Poi sentivo in televisione personaggi di peso esultare perché De Laurentiis anziché assecondare la coppia Benitez-Quillon che voleva portare gente come Reina e Arbeloa, finalmente faceva di testa sua e trattava Hjsay e Tonelli, Jonathas e Yoni Gonzalez e nun me chiedere chi sò.

E mentre gli operatori della disinformazione, pur di attaccare ancora Benitez, fingevano esultanza per la svolta, elogiando ogni mossa “per ricostruire dalle macerie” e parlando di “colpi” e “gioielli” io mi rivoltavo nel letto.

Nun me capacitavo, Robbè. Ma comme: dovevamo continuare nell’internazionalizzazione, puntare alla crescita ulteriore. E nun te dico che succedeva dopo.

Meno male ca me so scetato, mò domani vattimmo ‘a Lazio e poi o con Klopp o con Bielsa o con Spalletti porteremo altri campioni e si ricomincia.

Come pure quello era vero? Uh mamma mia e allora l’urdema parte d’o suonno è meglio ca nun t’a racconto, Robbè.