Petrucci: “La Campania è terra di basket, punto sul rilancio dell’Azzurro Napoli”

    Cestisti, allenatori e dirigenti in ghingheri per il gàla del basket campano che quest’anno si è svolto a Salerno nei locali del Grand Hotel.

     

    Special guest della serata il presidente della Federbasket Gianni Petrucci che ha sondato la salute dei club, gli umori e le situazioni all’ avvio di una nuova stagione agonistica. La Campania si presenta con Avellino e Caserta in pole in Serie A, Napoli nell’A2 Gold e Scafati in Silver.

     

    Presidente, non sono tantissimi gli abbonati a Caserta e Avellino (1400 circa) e a Napoli vive ancora lo scetticismo del pubblico prodotto dai fallimenti delle precedenti gestioni. Come ricreare l’appeal per il basket?
    «Bisogna continuare ad amare il basket come gli sportivi campani hanno sempre fatto. Se pensate che nella serie A italiana di calcio 7 squadre non hanno uno sponsor così come tante squadre di B ed anche campionato di calcio della B. Ci sono difficoltà in tutti gli sport. Sono convinto che il basket possa portare numeri importanti con Caserta e Avellino in A. E poi in Gold Napoli con Calvani si rilancerà».

     

     

    Stefano e Alessandro Gentile, Peppe Poeta, tre campani in Nazionale probabili protagonisti agli Europei ma qui in Campania non nascono talenti, perché ?
    «Ci sono dei cicli, come ci sono dei cicli per i successi di alcune federazioni. Se questi ragazzi sono nati in Campania vuol dire che qui c’è la stazza per far crescere dei bravi giocatori».

     
    Nei prossimi giorni sarà presentato lo studio di fattibilità del PalArgento. Tra il 2018 e il 2019 Napoli potrebbe avere la sua casa del basket tutta nuova che si chiamerà “Nuova Arena Azzurra”. Come la Federazione sosterrà questo progetto?
    «Noi possiamo supportarlo incitando le amministrazioni comunali. Io da quando ero al Coni mi sono sempre lagnato che si parlasse solo degli stadi del calcio. C’ è un impegno, i responsabili del Napoli Basket mi hanno detto che vogliono realizzare questo progetto che io appoggerò in toto».

     

    Corriere del Mezzogiorno