Perché fu giusto non presentarsi alla premiazione in Supercoppa

     

    Morgan De Sanctis, ex portiere del Napoli attualmente alla Roma, ha dichiarato che fu un errore non presentarsi alla premiazione in occasione della Supercoppa di Pechino. Vi spieghiamo perché si sbaglia.

     

    Quella partita è stata una pessima figura in mondovisione per tutto il calcio italiano, tutti i paesi del mondo acquistarono i diritti di quel match, che si giocava in Cina proprio per questioni commerciali, per provare a vendere meglio il prodotto “Serie A” all’estero. Il risultato? Una partita condizionata dai soliti favori arbitrali alla Juventus e titoloni in tutto il mondo contro il nostro calcio!

     

     

    Fece bene De Laurentiis a non presentare la squadra sul palco, quella partita diventò ad un certo punto una farsa a causa di espulsioni e un rigore che permisero alla Juventus di vincere un titolo che altrimenti avrebbe vinto il Napoli.

     

    Il calcio italiano fa fatica a tornare ai fasti di un tempo proprio perché non interessa più all’estero, la Premier vende i diritti in Oriente molto meglio di noi perché le partite sono divertenti e soprattutto i risultati non sono scontati. Ecco perché De Sanctis sbaglia, quella partita doveva essere un segnale ma i fatti ci dicono che non servì a nulla, non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire