Pecci: «Quando in mezzo c’è la Juventus verrà sempre agevolata»

"non è cambiato niente rispetto al passato, troppi vantaggi in favore dei bianconeri"

Juventus verrà sempre agevolata

Pecci attacca: la Juventus verrà sempre agevolata, guai a chi prova il sorpasso.

Il Mattino proprone una bella intervista ad Eraldo Pecci, Ex regista del Torino e del Napoli,che  ha seguito al San Paolo il successo degli azzurri sul Verona.

Circa un mese fa aveva lanciato l’allarme: “attenti azzurri, prima o poi i poteri forti vi fottono.

la Juventus verrà sempre agevolata

Eraldo Pecci, il regista del primo Napoli targato Maradona, era in tribuna al San Paolo, ecco le sue dichiarazioni:

Lo scudetto è andato?
“Sì, è assurdo immaginare un crollo della Juventus. E poi nelle difficoltà trova sempre l’aiutino”.

Il famoso “potere forte che prima o poi ti fotte”‘?

“È sempre stato così. Se in un testa a testa c’è la Juve di mezzo, state certi che verrà agevolata. Non ho memoria di scudetti persidai bianconeri per clamorose sviste arbitrali”.

Udine è stato l’ennesimo segnale’?

“Ma sì, alla fine tanti piccoli episodi possono far perdere la pazienza. Anche il gol della vittoria della Juventus sul Milan non è stato limpidissimo, però nessuno ha protestato. Non ci sono errori mirati a svantaggiare o favorire alcune squadre, è semplicemente che lo stesso tipo di decisioni viene interpretato in maniera troppo parziale”

Il riferimento è al caso Higuain, giusto’?
“Quattro giornate a lui e zero a Bonucci per un episodio più o meno analogo. Sono senza parole, così come resto allibito di fronte alla difesa dello juventino fatta da Rizzoli. Con la
]uve la musica non cambia mai, la controprova avviene in campo europeo. In Champions i bianconeri si sono lamentati per l’arbitraggio a favore del Bayern, che evidentemente rappresenta un potere ancora più forte.  In campionato, un paio di episodi sono andati contro il Napoli che ne paga le conseguenze in termini di classifica. Nel testa a testa, almeno in Italia, i bianconeri partiranno sempre una fila avanti. Non è giusto ma i fatti dicono questo”.