Cds-Pazza Inter: Napoli impazzisce. Massacro di insulti, per Higuain

    Higuain Il più bersagliato T-shirt , commenti, accuse, i paragoni con Milik: chi ama non dimentica e se la lega al dito

    Pazza Inter: Napoli impazzisce. Massacro di insulti, per Higuain

    La sconfitta della Juve porta il Napoli al primo posto

    Napoli impazzisce: Boati e festa grande dal Vomero a Chiaia passando per Fuorigrotta, e sul web spopola l’hashtag #amala.

    Di: Fabio Mandarini corriere dello sport

    NAPOLI IMPAZZISCE

    Napoli impazzisce per l’insperata sconfitta della Juve. la vittoria dell’Inter  scatena
    la reazione dei tifosi partenopei  per il primato ritrovato.

    Inter-Juventus: al fischio finale, la città di Napoli è stata letteralmente scossa da una
    serie di boati di quartiere. Dal Vomero a Chiaia, passando per Fuorigrotta, tra
    le case, i bar e i bistrot sono stati in tanti a urlare a squarciagola.

    A celebrare il primo posto del Napoli in campionato davanti alla Juve e, soprattutto,
    davanti a Higuain. Il nemico pubblico. Il simbolo moderno di un’eterna guerra sportiva di amore e tradimenti che di questo passo sfiancherà tutti, in attesa del primo faccia a faccia dello Stadium (sabato 29 ottobre). E sul web, l’hashtag più gettonato dal popolo azzurro diventa unico: #amala. Pazza Inter: Napoli è pazza di te.

    CALMA E GODURIA. Le partite e i campionati, però si giocano. Fino in fondo. Ed è per
    questo che il concetto base espresso un po’ ovunque dai tifosi del Napoli richiama
    proprio alla serenità: “Calmi tutti, non è successo niente. Anche se godo”, scrive un tizio su Facebook. E poi un altro su Twitter e un altro ancora su Instagram e sul blog di turno. Centinaia, migliaia di web tifosi. Lo specchio del popolo.

    IL SORPASSO. Ironia e rivincite all’indirizzo dei rivali bianconeri con una dedica speciale: #Piangila

    HIGUAIN E IL MIRACOLO. Il più bersagliato? Ma dai, neanche a dirlo: Gonzalo Higuain.
    Fantasia pura, quella espressa da un tale Diego- ironia di un nome – attraverso il suo profilo abbellito da una foto che lo ritrae con una t-shirt dedicata a Maradona: “#Pipala”. Che è un qualcosa a metà tra il Pipita e l’Amala dell’inno nerazzurro. Il commento più soft e innocuo è questo: per il resto, censura.

    Un massacro di insulti, per Higuain. Una storia che va avanti sin dalla notte della fuga di luglio: chi ama non dimentica e se la lega al dito. Ovviamente, giusto per infierire,
    sono in tanti a fare la conta dei gol di Milik, il nuovo idolo del San Paolo che, dopo
    quattro giornate, conduce 4-3 sull’illustre predecessore. Illustre ma non santificato: come il San Gennaro che dice, “Godo!”, montato ad arte e immediatamente diffuso in rete. Alla vigilia della sua festa: già, oggi è il giorno del Miracolo. Ma qualcuno già pensa che a San Siro sia andato in scena un anticipo.

    Il Mattino: Il San Paolo vuoto fa male al cuore e alla squadra