Parma, Cassano ha risolto il contratto: “Lascio tutto perché sono stanco!”

    Il Parma ha risolto il contratto di Cassano dopo le ultime vicende che hanno portato la rottura insanabile tra le parti: “Sono stato preso per il cu**, magari mi ritiro…”.


     

    Quella contro il Cesena è stata l’ultima partita nel Parma di Antonio Cassano. L’attaccante ha risolto il contratto con il club ducale e ora è libero di accordarsi gratuitamente con un’altra società in vista della seconda parte di stagione.

    “Parma Fc comunica di aver raggiunto in data odierna l’accordo per la risoluzione consensuale anticipata del contratto per le prestazioni sportive del calciatore Antonio Cassano” la breve nota della società crociata sul proprio sito ufficiale.

    Tutto è nato nel corso della settimana scorsa, quando l’attaccante era deciso a mettere in mora la società per il mancato pagamento degli stipendi arretrati. Imminente la reazione della dirigenza che non avrebbe voluto neanche vederlo in campo domenica.

    Tuttavia, vista la delicatezza del match in chiave salvezza, il tecnico Roberto Donadoni non se l’è sentita di rinunciare totalmente al suo giocatore più forte portandolo in panchina. Invocato a gran voce dal pubblico del Tardini, Cassano è entrato in campo nella ripresa senza però riuscire ad evitare la sconfitta.

    Sembrava quindi sanata la rottura tra la società ed il giocatore. Ed invece, a poco più di 24 ore dalla disfatta sul rettangolo di gioco, è arrivata la decisione drastica: il Parma e Cassano si sono detti addio.

    La squadra dovrà provare a salvarsi senza FantAntonio che, a sua volta, deve trovare un club intenzionato a puntare su di lui. Tante suggestioni, poche, pochissime sicurezze, sopratutto dopo che Sampdoria e Fiorentina, ad esempio, hanno puntato su altre piste.

    “Ora sto meglio” ha confessato Cassano a ‘Mediaset’. “Ho deciso di chiudere il rapporto dopo una presa per il cu** durata sette mesi, sono stanco, ho deciso di lasciare tutto. Non ce l’ho con i tifosi di Parma, con i miei compagni e con chi lavora, ma con chi ha fatto un disastro dopo che avevamo fatto del Parma un giochino perfetto”.

    Cassano pensa ai suoi ex compagni di squadra: “Ci sto rimettendo quattro milioni di stipendio, ma non sono i soldi il problema. Non lo sono per me, la cosa brutta è che ci sono persone che guadagnano molto meno e non prendono un euro da 7 mesi. Ogni volta ci dicevano che ci avrebbero pagato domani e il giorno dopo ci ripetevano domani: basta, non ce la facevo più, questa situazione di agonia era insostenibile”.

    Fantantonio non lascia nessuno da parte, pronto a partire all’attacco: “Nuova o vecchia proprietà? Ce l’ho con tutti, quelli nuovi manco so chi sono, in venti giorni sono passati quattro presidenti. Quindici giorni fa è arrivata la nuova proprietà, ma non è cambiato nulla. Lascio tutto perché sono stanco, vince la dignità per me, prima dei soldi”.

    Svelate le proposte del suo agente: “Non ci sono altre squadre di mezzo, il mio procuratore mi aveva proposto l’America, ma in America o a Dubai ci andrò a quarant’anni, quando non riuscirò più a correre. Ora vediamo che succede, se non succede niente aspetterò fino a giugno e se anche a giugno non troverò squadra potrei anche pensare di lasciare tutto”.

    “È vero che alla Samp vorrei tornare un giorno, ma ora no, sarebbe ridicolo” assicura Cassano. “Ora voglio solo prendermi qualche giorno di vacanza, di riposo dopo questa agonia. Ma non ho problemi a lasciare questo mondo, un mondo che negli ultimi tempi mi ha un po’ deluso.”

    Secondo ‘Sky Sport’, però, il Bari di Paparesta, la sua ex squadra, il suo grande amore, il team della sua città, ha chiesto al giocatore l’eventuale desiderio di tornare a casa. In Serie B. Cassano non ha detto no, dopo avere anche ricevuto una proposta dagli Emirati. Qualche giorno pensare, qualche giorno per sapere se arriveranno offerte dalla Serie A.

    Parte il tormentone, Cassano è libero.apoli-Genoa è terminata con la “discussa” vittoria degli azzurri. A fare tanto rumore è il rigore, concesso da Calvarese a Higuain su spinta di Kucka.

     

    Fonte:goal.com