Palanca: “Il Napoli in attacco è la miglior squadra del campionato, dietro ha molti problemi”.

    L’analisi di Massimo Palanca ai microfoni di Radio Club91

    “Il Napoli in attacco è la miglior squadra del campionato, dietro ha molti problemi”

    “Sono andato via da Napoli nell’anno in cui è arrivato Maradona. Per me tanti bellissimi ricordi ma anche rimpianti, un grande rammarico per me non aver lasciato il segno.

    Arrivai con grande entusiasmo ma poi non tradussi questa mia voglia in risultati sul campo. Sicuramente fu colpa mia ma anche di qualche infortunio di troppo”.

    Palanca si esprime anche sui temi caldi del campionato, dopo il pareggio 3-3 contro il Cagliari sotto accusa ancora la difesa:

    “Il Napoli dalla cintola in su è la squadra più forte della Serie A, ma dalla cintola in giù è un disastro. La cosa sorprendente è che era così anche l’anno scorso ma nel mercato non è stato posto rimedio. Il terzo gol subito ieri dimostra che ci sono gravi deficit in difesa. Juve e Roma? Faranno un campionato a parte, nessuno riuscirà a starle dietro”.

     

    [su_note note_color=”#eeeedf” radius=”4″]

    Massimo Palanca è nato a Loreto il 21 agosto 1953. Attaccante minuto quanto esplosivo, dotato di un sinistro mortifero quanto delicato, ha giocato negli Anni Settanta e Ottanta con le maglie di Camerino, Frosinone, Catanzaro, Napoli, Como, ancora Napoli, Foligno e ancora Catanzaro. Con i calabresi ha raggiunto l’apice della carriera, a cavallo degli Anni Ottanta, con una presenza in Nazionale. Tra i suoi numeri, 147 presenze e 39 reti in A, 217 gare e 63 gol in B. [/su_note]